Continua a seguire NOI CASERTA anche sui Social Network

12 ARRESTI | Ricette rubate per rivendere medicinali all'estero

18 / 06 / 2018

|

Redazione

Stampa l'articolo


Invia l'articolo


Truffa aggravata e commercio illegale di farmaci. Dodici persone sono finite nel mirino dei militari del Nas di Milano, nelle province di Milano, Lodi, Caserta e Napoli, ed hanno identificato un'organizzazione ritenuta responsabile dei reati di associazione per delinquere finalizzata alla truffa ai danni del Servizio sanitario nazionale e ricettazione di farmaci successivamente inviati all'estero e hanno eseguito otto arresti in carcere e quattro ai domiciliari. Altre due persone sono state colpite con l'obbligo di firma.

LE INDAGINI - Hanno permesso di individuare un'organizzazione che acquistava illegalmente medicinali nelle farmacie di tutta la Lombardia, utilizzando 'ricette rosse' rubate in strutture ospedaliere e medici di famiglia, che venivano poi compilate con dati falsi intestati a pazienti ignari o inesistenti, in totale esenzione del ticket. I medicinali così ottenuti venivano venduti all'estero, utilizzando canali distributivi illegali e senza attenzione alla corretta modalità di conservazione dei prodotti. Sono stati inoltre denunciate altre 48 persone, ritenute fiancheggiatrici, a vario titolo, dell'organizzazione principale. Sono state infine trovate migliaia di ricette mediche, già contabilizzate nei flussi della Regione Lombardia per il rimborso, con l'accertamento di un danno erariale al Servizio sanitario nazionale quantificato in oltre 500 mila euro, per il solo 2016. E’ stato inoltre individuato un canale illecito di reimpiego degli ingenti profitti ottenuti dall'organizzazione criminale nell'ambito di una parallela attività di procacciamento e spendita di banconote false, oggetto di sequestro nel corso delle attività investigative.

 

arresti ricettari rubati carabinieri
© Riproduzione Riservata

POTREBBE INTERESSARTI

clicca qui per ridurre


ARTICOLI CORRELATI

Seguici


Per offrirti il miglior servizio possibile il giornale utilizza cookies. Continuando la navigazione nel sito autorizzi l’uso dei cookies.