Continua a seguire NOI CASERTA anche sui Social Network

PELLICCETTA SCAMBIATA | C'è la denuncia della 'signora'. Il caso finisce in tribunale

25 / 01 / 2018

|

Redazione

Stampa l'articolo


Invia l'articolo


Finirà in in tribunale la vicenda della “pellicciotto scambiato” di cui si è resa protagonista Rosanna Magliulo, 38 anni, casalinga di Capodrise. La donna, diventata involontariamente una star del web, ha presentato denuncia contro chi ha realizzato il filmato e l’ha diffuso su WhatsApp rendendolo virale.

 
“Appena rientrata a Caserta, sono ritornata al negozio e ho chiesto di poter parlare con un responsabile. Le commesse, però, non solo non me ne hanno dato la possibilità, ma hanno chiamato gli uomini della sicurezza. A quel punto, mi sono alterata, perché ho visto calpestato un mio diritto. Tra l’altro – rivela – quando l’ho comprato, mi avevano rassicurata sulla qualità del vestito e sul fatto che fosse Made in Italy”.

Pronta però la difesa di Silvian Heach, la catena di abbigliamento incriminata di aver venduto il “pellicciotto scambiato” a Rosanna Magliulo: “Produciamo – replica Mena Marano, ad di Silvian Heach – 6 milioni di capi al mondo. L’abito è diffuso su ampia scala e, in casi sporadici, capi simili possono manifestare piccoli problemi. Purtroppo, la signora è arrivata in negozio agitata: abbiamo cercato di calmarla, ma, presa dall’ira, è andata via senza lasciarci i contatti. Confermo, tuttavia, la disponibilità a farci scusare per l’accaduto. E siamo pronti – conclude Marano – a darle il nostro massimo supporto”.

 

 

© Riproduzione Riservata

POTREBBE INTERESSARTI

clicca qui per ridurre


ARTICOLI CORRELATI

Seguici


Per offrirti il miglior servizio possibile il giornale utilizza cookies. Continuando la navigazione nel sito autorizzi l’uso dei cookies.