Continua a seguire NOI CASERTA anche sui Social Network

A Marcianise 170 case da abbattere entro il 12 dicembre. Ma la camorra, stavolta, c`entra poco...

27 / 09 / 2012

|

Giuseppe Perrotta

Stampa l'articolo


Invia l'articolo


La tensione per gli abbattimenti che sta aleggiando su Casal di Principe e l'agro aversano a breve potrebbe far capolino anche a Marcianise. Città dove ci sono ben 170 case costruite senza alcun permesso a costruire che dovbranno essere abbatute.  E c'è anche una data già fissata: 12.12.12. Già. Dodici dicembre 2012. Non sappiamo se sia stata casuale ma è quello il termine ultimo che è stato dato ai titolari delle abitazioni per abbatterle. Se a quella data la struttura sarà ancora in piedi interverrà il Comune di Marcianise, mettendo, però, il costo delle ruspe sul conto dei proprietari. E sui gruppi social già si è aperta la discussione, 'aizzata', val la pena di sottolinearlo, dall'ex candidato sindaco Filippo Fecondo, con un post "A Marcianise devono abbattere 170 palazzine abusive. Chi non è d'accordo è camorrista?". Desta un po' di stupore che ad accendere il dibattito sia stato proprio l'architetto (che è già in campagna elettorale) visto che si rischia di creare "due partiti" con al centro gente comune. Perchè il vero problema di queste costruzioni abusive non è la camorra, perchè la maggior parte dei proprietari di queste abitazioni hanno nulla a che fare coi clan. Quindi parlare di 'camorra' è sbagliato. Perchè gli abusivismi del passato fanno parte di una mentalità a tratti contorta del cittadino che ritiene suo ciò che non è già di qualcun'altro. 'Sostenuto', nostro malgrado, dall'assenza per decenni di piani urbanistici che evidenziassero le zone dove costruire o meno. Errori degli amministratori di ieri, non coperti o risolti da quelli di oggi. Perchè alcuni di questi cittadini sono stati anche 'beffati' da una sentenza della Corte costituzionale che ha impedito ai cittadini campani di poter aderire al condono edilizio di sette anni orsono (anche per ritardi imputabili agli amministratori regionali...). Trattati, dunque, come cittadini di Serie B. Come tante altre volte è già capitato, purtroppo...
Marcianise Politica Recale Casal di Principe Casal di Principe Cesa
© Riproduzione Riservata

POTREBBE INTERESSARTI

clicca qui per ridurre


ARTICOLI CORRELATI

Seguici


Per offrirti il miglior servizio possibile il giornale utilizza cookies. Continuando la navigazione nel sito autorizzi l’uso dei cookies.