Continua a seguire NOI CASERTA anche sui Social Network

Agenzia speciale, il sindaco di Caserta ritira la delibera dopo lo stop dei revisori

10 / 09 / 2013

|

Redazione

Stampa l'articolo


Invia l'articolo


“In merito alla questione dell’azienda sociale ribadisco l’incondizionata fiducia circa l’utilità dello strumento e la sua legittimità”. Lo dichiara il sindaco di Caserta Pio Del Gaudio. “Da mesi  - spiega il sindaco - abbiamo affrontato il tema con le forze sociali, le associazioni, i lavoratori del settore ricevendo la piena condivisione delle scelte dell’amministrazione e del percorso tecnico-amministrativo adottato, peraltro confortato da modelli definiti con efficacia altrove anche di recente, corrispondenti agli orientamenti delle più innovative politiche urbane e sociali   e riconosciuti legittimi dalla Corte Costituzionale nel luglio scorso”. “In queste ore – aggiunge il sindaco - , finalmente e come sempre auspicato il dibattito sul tema si è caratterizzato su profili tecnici e non vuote elucubrazioni di origine politica che nulla hanno a che fare con l’obiettivo principale e fondamentale dell’iniziativa: migliorare la qualità della vita delle fasce più deboli e non garantite della popolazione. Alla luce di quanto emerso – conclude il sindaco - , confidando che tale dibattito di tipo tecnico possa  diventare produttivo di una più ampia condivisione dei principi fondanti di un’iniziativa legittima, come sollecitato dagli stessi Revisori riteniamo utile sospendere la discussione dell’argomento nella convocata riunione del Consiglio, comunque determinati ad affrontarla a breve, non appena saranno acquisiti ulteriori elementi di valutazione amministrativo-contabile anche da parte degli organi giuscontabili”.
comune Caserta sindaco Pio Del Gaudio Pio Del Gaudio delibera
© Riproduzione Riservata

POTREBBE INTERESSARTI

clicca qui per ridurre


ARTICOLI CORRELATI

Seguici


Per offrirti il miglior servizio possibile il giornale utilizza cookies. Continuando la navigazione nel sito autorizzi l’uso dei cookies.