Continua a seguire NOI CASERTA anche sui Social Network

AIUTIAMO ALEX | Ha 18 mesi e necessita di un trapianto di midollo: oggi si mobilita Caserta

28 / 10 / 2018

|

Redazione

Stampa l'articolo


Invia l'articolo


Ha soli 18 mesi e un disperato bisogno di donatori di midollo. È una corsa contro il tempo quella dei genitori di Alessandro Maria, il bambino napoletano nato a Londra da padre veronese e mamma partenopea, costretto a lottare contro una rara e grave malattia genetica, la Linfoistiocitosi Emofagocitica, che rende necessario un trapianto di midollo perché sopravviva.

Non avendo trovato nei registri mondiali dei donatori alcuna compatibilità, i genitori hanno promosso una gara di solidarietà in diverse piazze italiane. L'arrivo del maltempo costringe l'Admo ed il Rotaract a cambiare la sede del presidio organizzato per la raccolta di campioni salivari per la donazione di midollo osseo. Causa dell'arrivo dei temporali si è deciso di spostare tutto sotto i porticati del Comune di Caserta dalle ore 8:00.

Alex è attualmente curato con un farmaco sperimentale, che gli permetterebbe di sopravvivere non più di cinque settimane. La pratica non è invasiva e prevede solo un semplice campione salivare di verifica in pochi minuti. L’appello è per coloro che hanno dai 18 ai 35 che pesano più di 50 kg. Se hai più di 35 anni puoi contribuire portando almeno 5 persone della fascia di età giusta. Saranno presenti medici volontari delle nostre associazioni coadiuvati dal personale Admo. 

Paolo, il papà del bambino, ha aperto una pagina Facebook per lui e per diffondere l'appello. “Le cellule staminali possono essere donate con un semplice prelievo del sangue – scrive il genitore – con la stessa siringa che si usa quando si va a donare il sangue, ma con l'unica differenza che mentre i gruppi sanguigni sono 8, le combinazioni di midollo osseo sono miliardi e solo una procedura di laboratorio nota come tipizzazione tissutale ne può determinare la compatibilità”.

 

 

alessandro maria midollo
© Riproduzione Riservata

POTREBBE INTERESSARTI

clicca qui per ridurre


ARTICOLI CORRELATI

Seguici


Per offrirti il miglior servizio possibile il giornale utilizza cookies. Continuando la navigazione nel sito autorizzi l’uso dei cookies.