Continua a seguire NOI CASERTA anche sui Social Network

ARANCIA MECCANICA | Stava vendendo davanti allo stadio gli orologi rubati ai coniugi massacrati. IL VIDEO

28 / 09 / 2018

|

Redazione

Stampa l'articolo


Invia l'articolo


Alexander Bogadan Coltenau stava provando a vendere tra lo stadio di Casal di Principe il bottino sottratto alla coppia di Lanciano dopo il massacro. Emergono nuovi particolari sull’arresto del quarto componente della banda ritenuta responsabile del brutale assalto in villa ai coniugi Martelli, domenica scorsa all’alba a Lanciano.

Il romeno è stato individuato dagli uomini dello Sco e della squadra mobile vicino allo stadio di Casal di Principe poco prima aveva tentato di vendere uno degli orologi rubati domenica. Spettacolare il blitz che ha portato alla cattura, immortalato da un video.

IL RACCONTO DEL MEDICO MARTELLI - "Ogni domanda un cazzotto. Mai detto che il quarto uomo è romeno, ma certamente non è pugliese, per di più i tre fermati ieri parlano benissimo l'italiano", ha detto oggi Alfredo Fabbrocini, primo dirigente dello Sco della Polizia di Stato durante la conferenza stampa in Procura a Lanciano. Uno dei tre è stato identificato grazie al cosiddetto sistema Sari, un ricercatore di volti. Lo Sco ha passato a setaccio migliaia di frammenti video di una trentina di telecamere di Lanciano. In uno di questi si vedeva una parte del viso e mento di un malvivente. Sono bastati a fissare in modo definito l'identità di uno dei componenti la banda dei furti e delle rapine.

Secondo gli inquirenti, gli indizi a carico dei tre romeni fermati ieri da polizia e carabinieri e ritenuti gli autori della rapina a casa dei Martelli ma anche di alcuni colpi nei mesi scorsi, sono più che solidi. I tre di giorno lavoravano come muratori e giardinieri e la notte di travisavano e mettevano a segni colpi feroci " Si stavano dando alla fuga. Avevano ripulito la loro abitazione e si allontanavano con i loro effetti personali. Sussistono gravi indizi di colpevolezza.  

Importanti saranno anche gli accertamenti della polizia scientifica di Ancona sulle tracce di sangue rinvenute su una maglietta nella casa di via Roma. Se il sangue corrispondesse a quello di Niva Bazzan, la donna che ha subito la mutilazione al lobo di un orecchio, gli inquirenti avrebbero in mano la prova inoppugnabile della colpevolezza dei tre che ieri si sono professati tutti innocenti.

Lanciano, preso il quarto rapinatore. Aveva tentato di vendere uno degli orologi rubati

La banda di romeni ritenuta responsabile della rapina ai danni dei coniugi Martelli a Lanciano, era finita nel mirino dei Carabinieri a seguito di sei furti con spaccata commessi sul territorio nelle ultime tre settimane a bar, tabacchi e benzinai dove avevano rubato numerosi tagliandi di gratta e vinci, stecche di sigarette e contanti. Non c'erano sospetti che gli autori potessero essere gli stessi. È quanto spiegato dal col.Florimondo Forleo a capo del comando provinciale dei carabinieri di Chieti.
 

 

Alecxandru Bogadan arrestato casal di principe
© Riproduzione Riservata

POTREBBE INTERESSARTI

clicca qui per ridurre


ARTICOLI CORRELATI

Seguici


Per offrirti il miglior servizio possibile il giornale utilizza cookies. Continuando la navigazione nel sito autorizzi l’uso dei cookies.