Continua a seguire NOI CASERTA anche sui Social Network

INFERMIERA KILLER | Uccise una paziente per vendetta: disposta la perizia psichiatrica

05 / 10 / 2018

|

Redazione

Stampa l'articolo


Invia l'articolo


Ha diritto ad una perizia psichiatrica Anna Minchella, l’infermiera 46enne di Ciorlano arrestata con l’accusa di aver ucciso nel giugno 2016 un anziano ricoverato nell’ospedale di Venafro (Isernia), struttura sanitaria in cui lavorava. Lo ha deciso il gup del tribunale di Isernia Arlen Picano, che ha anche nominato il perito che dovrà accertare la capacità di intendere e di volere della donna.

Il 22 giugno 2016 MinIchella uccise Celestino Valentino, 76enne di Pratella, per vendicarsi della figlia dell’uomo. Quest’ultima infatti, “sfruttando” la legge 104, aveva conservato il suo posto da infermiera a Venafro per l’infermità del padre, mentre la Minchella era stata trasferita all’ospedale di Isernia. 

Una decisione inaccettabile per l’infermiera, che si vendicò uccidendo il padre della collega dandogli da bere tramite una siringa a spruzzo della soda caustica. L’anziani morì dopo qualche giorno nell’ospedale di Isernia, dove era stato trasferito. L’udienza per l’esame della perizia psichiatrica è stato fissato per il 7 febbraio del 2019.

 

Anna Minchella Celestino Valentino infermiera kiler
© Riproduzione Riservata

POTREBBE INTERESSARTI

clicca qui per ridurre


ARTICOLI CORRELATI

Seguici


Per offrirti il miglior servizio possibile il giornale utilizza cookies. Continuando la navigazione nel sito autorizzi l’uso dei cookies.