Continua a seguire NOI CASERTA anche sui Social Network

ADDIO ANTONIETTA, altra vittima della Terra Dei Fuochi

27 / 09 / 2017

|

Redazione

Stampa l'articolo


Invia l'articolo


C’è tanta tristezza alla Scuola Specialisti dell’Aeronautica Militare di Caserta, per la prematura scomparsa della dipendente civile Antonietta Merola, poco più che cinquantenne, giovane vedova del tenente colonnello dell’aeronautica militare Martino Di Giovanni. Antonietta, da sempre donna solare e con una grande voglia di vivere, dal Maggio del 2016, ha cominciato ad accusare i primi segni di stanchezza, attribuiti inizialmente al periodo di particolare stress.

Poi l'evidente mutamento di salute, che Antonietta ha a lungo cercato di negare allo sguardo preoccupato di parenti e amici, ha spinto la donna a sottoporsi ai primi accertamenti ed i risultati non hanno lasciato alibi:il male del secolo la stava già aggredendo. Da qui, un lungo calvario fatto di sofferenze atroci, cure mediche pesanti a cui Antonietta ha sempre risposto con grande forza di volontà, non mancandole mai l'amore degli affetti a lei più cari, a cominciare dai figli Teresa, Domenico e Miriam.

Nemmeno per un istante è stata lasciata sola dalla grande famiglia civile e militare della scuola specialisti dell’aeronautica militare di Caserta, in particolare dalla collega Margherita Salvatore, che dopo intere notti trascorse al suo capezzale, ha accompagnato gli ultimi istanti di vita di Antonietta.

L’annuncio della morte è stato dato dal Comandante della Scuola azzurra di Caserta, Colonnello Domenico Lo Buono, durante, la cerimonia del terzo raduno dello Specialista, alla presenza delle massime autorità, che si sono strette ai familiari nella preghiera e nel cordoglio. Ieri si sono svolti i funerali, nella chiesa madre di San Martino in Macerata Campania. Al termine della cerimonia religiosa, lo stesso Lo Buono, in un commovente abbraccio con i figli della donna, sicuro interprete dei sentimenti di tutti ha detto "Antonietta Merola, resta la nostra cara collega, i suoi figli non sono soli, ma componenti effettivi della nostra famiglia Aeronautica Militare e civili, che non li lascerà mai soli ‘.

© Riproduzione Riservata

POTREBBE INTERESSARTI

clicca qui per ridurre


ARTICOLI CORRELATI

Seguici


Per offrirti il miglior servizio possibile il giornale utilizza cookies. Continuando la navigazione nel sito autorizzi l’uso dei cookies.

     
http://api.viralize.tv/vast/?zid=AABDjcQFjsvezgFO&u=noicaserta.it