Continua a seguire NOI CASERTA anche sui Social Network

LA TRISTE STORIA | Antonio mette in vendita un rene per sopravvivere: "Senza stipendio da 8 mesi, non mangio da 3 giorni”. IL VIDEO

08 / 07 / 2019

|

Redazione

Stampa l'articolo


Invia l'articolo


Ha prima minacciato il suicidio, poi ha smesso di mangiare perché non ne ha la possibilità. Da Recale la drammatica storia di Antonio Campanile, ex operaio in una ditta televisiva casertana, finito sul lastrico dopo il licenziamento.

Prendevo solo 600 euro al mese, ma mi bastavano per tirare avanti”, ha raccontato l’uomo a Pino Grazioli, che ha raccontato la sua storia in una diretta su Facebook., “Dopo otto anni di lavori umilianti e sottopagato-ha spiegato Campanile- sono stato cacciato senza che venissero riconosciuti i miei diritti. Sono solo al mondo e non so come andare avanti. Spero che ci sia qualcuno disposto a darmi una mano perché io nelle condizioni in cui mi trovo o compio un gesto inconsulto o sarò costretto a vendermi un rene per poter campare

Come riportato da Pino Grazioli su Facebook, questo il numero a cui bisogna rivolgersi per aiutare Antonio 3385229547.

Antonio Campanile VENDITA RENE RECALE
© Riproduzione Riservata

POTREBBE INTERESSARTI

clicca qui per ridurre


ARTICOLI CORRELATI

Seguici


Per offrirti il miglior servizio possibile il giornale utilizza cookies. Continuando la navigazione nel sito autorizzi l’uso dei cookies.