Continua a seguire NOI CASERTA anche sui Social Network

Appalti truccati all'ospedale. Il prefetto firma la richiesta di commissariamento

02 / 03 / 2015

|

Redazione

Stampa l'articolo


Invia l'articolo


Commissariare l’azienda ospedaliera Sant’Anna e San Sebastiano di Caserta, ai sensi dell’art. 143 del Testo Unico Enti Locali. È quanto richiesto dal prefetto di Caserta Carmela Pagano a Ministero dell’Interno a poco più di un mese dall’inchiesta sugli appalti truccati all’ospedale del capoluogo, per cui finirono in manette 24 persone. Secondo la ricostruzione della Dda, diversi appalti del nosocomio casertano erano di fatto gestiti dal clan dei Casalesi, così come alcuni manager. In maniera contestuale, Il prefetto ha contestualmente disposto, con decreto in corso di notifica, la sospensione dell' organo di direzione, con a capo Luigi Muto, con la nomina per la provvisoria gestione dell’Ente, di tre commissari prefettizi: il prefetto Cinzia Guercio, responsabile della prevenzione della corruzione e della trasparenza presso il Ministero dell’Interno; Michele Ametta, dirigente in servizio presso il Ministero dell’Economia e delle Finanze - Ragioneria Generale dello Stato; Leonardo Pace, dirigente in servizio presso il Provveditorato Interregionale alle OO.PP. della Campania, Puglia, Basilicata e Molise.

caserta ospedale commissariamento prefettura camorra appalti
© Riproduzione Riservata

POTREBBE INTERESSARTI

clicca qui per ridurre


ARTICOLI CORRELATI

Seguici


Per offrirti il miglior servizio possibile il giornale utilizza cookies. Continuando la navigazione nel sito autorizzi l’uso dei cookies.