Continua a seguire NOI CASERTA anche sui Social Network

Appalto rifiuti a rischio, Federico incastra il sindaco Pdl ed attacca «l`incompatibile» Pellegrino

25 / 08 / 2012

|

Giuseppe Perrotta

Stampa l'articolo


Invia l'articolo


Tiene banco a Mondragone la polemica per l'affidamento dell'appalto rifiuti da parte dell'amministrazione comunale guidata dal sindaco Giovanni Schiappa. Ad incastrare il primo cittadino, nonchè consigliere provinciale, è l'ex candidato sindaco dell'Udc Camillo Federico che, a nome dei gruppi di Proposta democratica e Futura e libertà, denuncia gli errori dell'amministrazione dopo aver visionato gli atti del Comune. «Per l’ennesima volta viene utilizzato l’espediente della somma urgenza: infatti nella determina 333 del 02.08.2012  della ripartizione tecnica ed urbanistica testualmente è detto "che occorre di fatto procedere ad una indizione di gara con procedura negoziata senza pubblicazione del bando di gara, per affidare temporaneamente il servizio di che trattasi fino al 31/12/2012", salvo poi affidarsi alla Stazione Unica Appaltante per l’affidamento definitivo a far data dal 01.01.2013. Il criterio prescelto per l’affidamento temporaneo dall’amministrazione attuale è stato condannato ripetutamente dalla Giustizia amministrativa perché ‘’trattasi di modalità comunque conoscibile da pochi e male pubblicizzata’’ e discriminatoria della libera prestazione dei servizi. Tale condotta dell’Ente, secondo la giurisprudenza prevalente, determinerebbe la nullità  del contratto per contrasto con norme imperative poiché l’omissione della gara prescritta dalla legge per l’individuazione del contraente privato (nel caso di specie l’Ente sua sponte ha invitato alcuni soggetti a partecipare) costituisce mero espletamento apparente delle formalità previste dalla legge. Cass civ. sent n° 11031/2008. Del resto tale sufficiente condotta è già comprovata dal senso che l’assessore Pellegrino attribuisce alla compatibilità tra il doppio ruolo che egli riveste come professionista nel comprensorio comunale ed assessore nell’esecutivo del medesimo Ente: questione irrisolta sin dalle prime sue precedenti esperienze politiche di Giunta».
Politica Mondragone Trentola Ducenta Villa Literno Villa Literno Piana di Monte Verna
© Riproduzione Riservata

POTREBBE INTERESSARTI

clicca qui per ridurre


ARTICOLI CORRELATI

Seguici


Per offrirti il miglior servizio possibile il giornale utilizza cookies. Continuando la navigazione nel sito autorizzi l’uso dei cookies.