Continua a seguire NOI CASERTA anche sui Social Network

Appalto rifiuti, due offerte sul tavolo del Comune per un appalto da 60 milioni di euro

02 / 09 / 2012

|

Giuseppe Perrotta

Stampa l'articolo


Invia l'articolo


Il Comune di Caserta si appresta a conoscere il nome della nuova ditta che gestirà il servizio di raccolta rifiuti nel Capoluogo. Entro mercoledì, stando ai rumors che provengono da Palazzo Castropignano, si dovrebbe conoscere la decisione della Stazione unica appaltante che dovrà decidere quale offerta accettare delle due che sono arrivate. La prima è quella dell'Ati (associazione temporanea di impresa) composta da Falzarano e Dhi (quest'ultima si occupa della raccolta rifiuti a Maddaloni e San Nicola la Strada). La seconda è quella di Ecocar-Ipi, con quest'ultima che fa già parte dell'Ati Caserta Ambiente che attualmente gestisce il servizio di raccolta rifiuti nel Capoluogo insieme con Paciello. L'appalto rifiuti è un boccincino succulento, considerando che si parla di sessanta milioni di euro in cinque anni, circa 12 milioni all'anno.
Caserta Politica Mondragone Gioia Sannitica Gioia Sannitica Letino
© Riproduzione Riservata

POTREBBE INTERESSARTI

clicca qui per ridurre


ARTICOLI CORRELATI

Seguici


Per offrirti il miglior servizio possibile il giornale utilizza cookies. Continuando la navigazione nel sito autorizzi l’uso dei cookies.