Continua a seguire NOI CASERTA anche sui Social Network

Appalto rifiuti, nervi a fior di pelle: “Zecche e pulci nel cantiere, dipendenti minacciati”. C’ lo stato di agitazione

04 / 10 / 2012

|

Giuseppe Perrotta

Stampa l'articolo


Invia l'articolo


I dipendenti della DHI, la società che gestisce l’appalto rifiuti a Santa Maria Capua Vetere, sono in stato di agitazione. L’ufficializzazione è giunta da una nota del segretario della Cisl Giovanni Guarino che ha denunciato le difficile (a dir poco) situazioni in cui i dipendenti si trovano a lavorare. Nella nota si legge: “Dobbiamo prendere atto che fin da quando ha assunto la rappresentanza della maggioranza dei lavoratori addetti al servizio di igiene urbana del cantiere di S. Maria Capua Vetere, sono state messe in atto azioni vessanti e  intimidatorie nei confronti dei nostri associati, soprattutto verso i rappresentanti aziendali e territoriali. Gli stessi hanno “osato” richiamare la D.H.I. spa sul rispetto delle norme in materia di ambiente e sicurezza del lavoro – insufficienza di dispositivi di protezione individuale,  messa a norma degli ambienti di lavoro, (leggasi container infestato di pulci e zecche), sull’inadeguatezza degli automezzi, dei servizi igienici, degli spogliatoi e sulla mancanza di acqua potabile – ma  soprattutto perché hanno denunciato l’inosservanza delle norme contrattuali in quanto l’Azienda continua a non riconoscere ai lavoratori una parte delle spettanti competenze. La reazione della DHI non si è fatta attendere attraverso una palese attività antisindacale, caratterizzata da pressioni e minacce ai lavoratori, azioni di mobbing e sospensioni immotivate di mansioni e ridicole disposizioni di trasferimenti presso pseudo - strutture informatiche.  Per quanto sopra, la FIT CISL Caserta, nel preannunciare che non esiterà a rivolgersi alle strutture competenti (Procura della Repubblica, ASL, Ispettorato del Lavoro, Nucleo NOE, ARPAC) attiva la procedura di raffreddamento proclamando lo stato di agitazione del personale del cantiere di Santa Maria Capua Vetere e indice un’assemblea del personale per venerdì 5 ottobre nelle due ultime ore dell’orario di lavoro”.  
Politica S.M.C.V Cronaca Castel Morrone Castel Morrone Alife
© Riproduzione Riservata

POTREBBE INTERESSARTI

clicca qui per ridurre


ARTICOLI CORRELATI

Seguici


Per offrirti il miglior servizio possibile il giornale utilizza cookies. Continuando la navigazione nel sito autorizzi l’uso dei cookies.