Continua a seguire NOI CASERTA anche sui Social Network

Archivio di Stato, il ministro Franceschini vuole dividerlo tra la Reggia e Santa Maria Capua Vetere

17 / 04 / 2015

|

Giuseppe Perrotta

Stampa l'articolo


Invia l'articolo


Dividere l'Archivio di Stato in due parti: una da ubicare all'interno della Reggia di Caserta e l'altra nell'ex aula bunker di Santa Maria Capua Vetere. E' questa l'idea del ministro ai Beni Culturali Dario Franceschini esplicitata in risposta ad una interrogazione presentata dalla senatrice casertana del Movimento 5 Stelle Vilma Moronese. L'Archivio di Stato, attualmente, è ubicato in un palazzo per civili abitazioni in viale dei Bersaglieri, dove occupa 3 piani, tra cui un seminterrato in condizioni davvero fatiscenti per ospitare i documenti, per un costo annuo di 170mila euro più Iva, col contratto scaduto nel 2014. Il tutto mentre la sede dell'Archivio di Stato, dal 1995, sarebbe dovuta essere la Caserma Pollio, con tanto di fondi stanziati per i lavori (per un totale che supera i dieci milioni di euro), ma, purtroppo, ad oggi, come certifica il ministro Franceschini, «non risulta conclusa la fase progettuale». Per questo motivo si sta cercando una soluzione che potrebbe essere quella del trasferimento nei locali della Reggia di Caserta che a breve saranno lasciati liberi dall'Aeronautica, ma per il Ministero ci sarebbero da valutare anche problemi relativi agli impianti speciali di prevenzione incendi da realizzare all'interno del palazzo vanvitelliano.

caserta archivio di stato ministro franceschini aula bunker santa maria capua vetere reggia
© Riproduzione Riservata

POTREBBE INTERESSARTI

clicca qui per ridurre


ARTICOLI CORRELATI

Seguici


Per offrirti il miglior servizio possibile il giornale utilizza cookies. Continuando la navigazione nel sito autorizzi l’uso dei cookies.