Continua a seguire NOI CASERTA anche sui Social Network

Arrestato funzionario della Soprintendenza di Santa Maria Capua Vetere: soldi per i 'nulla osta'

18 / 03 / 2015

|

Redazione

Stampa l'articolo


Invia l'articolo


I militari della Guardia di Finanza hanno arrestato questa mattina Agostino Monaco, 65 anni di San Prisco, assistente tecnico in servizio presso l'Ufficio Archeologico di Santa Maria Capua Vetere per il reato di concussione ed induzione indebita a dare o promettere utilità. L'attività di indagine svolta dai finanzieri ha consentito dopo un anno di indagini, svolte con l'ausilio di intercettazioni telefoniche, di evidenziati gravi indizi di colpevolezza a carico dell'indagato. Monaco, abusando della sua qualifica e dei suoi poteri, e prospettando a imprenditori e tecnici una serie di difficoltà relative alla possibilità di ottenere il nulla osta all'esecuzione dei lavori edili in zone sottoposte a vincolo archeologico in più occasioni pretendeva ed otteneva, anche con la minaccia del ricorso all'interno di soggetti malavitosi, somme di denaro ed altre utilità, al fine di agevolare le procedure. Gli episodi contestati si sono verificati nei comuni di San Prisco e Santa Maria Capua Vetere, zone rientranti nella competenza della Soprintendenza per i Beni archeologici di Salerno, Avellino, Benevento e Caserta. In relazione ai fatti contestati ci sono anche due indagati a piede libero.

santa maria capua vetere arrestato agostino monaco san prisco soprintendenza funzionario
© Riproduzione Riservata

POTREBBE INTERESSARTI

clicca qui per ridurre


ARTICOLI CORRELATI

Seguici


Per offrirti il miglior servizio possibile il giornale utilizza cookies. Continuando la navigazione nel sito autorizzi l’uso dei cookies.