Continua a seguire NOI CASERTA anche sui Social Network

TERREMOTO INTERPORTO | Arrestato in 'patron' Barletta ed altre 3 persone: raffica di indagati

14 / 03 / 2019

|

Antonio Bruno

Stampa l'articolo


Invia l'articolo


L' imprenditore Giuseppe Barletta, proprietario dell’Interporto Sud Europa, la piattaforma di trasporto merci e logistica più grande del Mezzogiorno, sita tra i comuni di Maddaloni e Marcianise, è finito agli arresti domiciliari nell’ambito dell’operazione “The Family”, condotta dai militari del nucleo polizia economico-finanziaria della Guardia di Finanza di Caserta su delega della Procura di Santa Maria Capua Vetere.

Per il noto imprenditore questa mattina sono scattate le manette: l’accusa nei suoi riguardi è di bancarotta fraudolenta e altri reati, tra cui l'autoriciclaggio. Con lui ai domiciliari è finito anche un suo stretto collaboratore, mentre per altri due indagati i militari hanno eseguito le misure dell'obbligo di firma.  

AGGIORNAMENTO: 

E’ Nicola Berti, braccio destro del patron, l’altra persona finita agli arresti domiciliari insieme a Giuseppe Barletta. Eseguite anche altre due misure cautelari, ma gli indagati a piede libero in questa inchiesta sono almeno una decina. Tra di essi c’è un funzionario pubblico, in servizio presso un Ente finito sotto la lente di ingrandimento delle indagini seguite dagli uomini del Nucleo di Polizia Economico Finanziaria di Caserta su delega della Procura della Repubblica di Santa Maria Capua Vetere.

L’obbligo di firma, invece, è stato disposto per Gennaro Mancini, già amministratore di diverse società del gruppo, in qualità di presidente del consiglio direttivo del Consorzio “Cogeri”: è indiziato di aver “dolosamente permesso” l’appropriazione indebita di rilevanti risorse finanziarie del Consorzio a favore di altre società del gruppo, permettendo anche l’autoriciclaggio. Obbligo di firma anche per Giuseppe Pisanti, anch’egli fiduciario del gruppo Barletta, che è indagato per aver “dolosamente agevolato” la bancarotta concordataria dell’allora holding di gruppo, la Sep 92 sr.

Indagini anche sui rapporti tra l’Interporto Sud Europa e le amministrazioni locali. Nel corso dell’operazione i militari del nucleo polizia economico-finanziaria della Guardia di Finanza hanno sottoposto a sequestro beni immobili e quote societarie per 28 milioni di euro.

GIUSEPPE BARLETTA NICOLA BERTI arrestato INTERPORTO maddaloni
© Riproduzione Riservata

POTREBBE INTERESSARTI

clicca qui per ridurre


ARTICOLI CORRELATI

Seguici


Per offrirti il miglior servizio possibile il giornale utilizza cookies. Continuando la navigazione nel sito autorizzi l’uso dei cookies.