Continua a seguire NOI CASERTA anche sui Social Network

10 ARRESTI, I NOMI Appalti ai Casalesi in cambio di appoggio elettorale: ecco le accuse al sindaco

18 / 01 / 2017

|

Redazione

Stampa l'articolo


Invia l'articolo


I destinatari del provvedimento che ha portato questa mattina all’arresto, tra gli altri, dell’ex sindaco di San Felice a Cancello nonchè consigliere regionale Pasquale De Lucia, sono indagati, a vario titolo, di concorso esterno in associazione mafiosa, associazione per delinquere finalizzata alla corruzione per un atto contrario ai doveri di ufficio e rivelazione ed utilizzazione di segreti di ufficio, con l’utilizzo del metodo mafioso. L’attività di indagine, avviata nel 2008 e condotta attraverso attività tecniche ed acquisizioni documentali, ha consentito di far emergere i rapporti e le connivenze degli indagati con soggetti apicali del clan dei Casalesi, come Luigi Guida detto ‘Gigino o drink’ ed Emilio Di Caterino, oltre che con Antonio Zagaria, fratello del noto boss Michele (all’epoca dei fatti ancora latitante), volti al perseguimento ed alla realizzazione di fini illeciti, quali la programmazione delle attività di assegnazione ed alla realizzazione della zona industriale del Comune di San Felice a Cancello, ad oggi solo parzialmente realizzata, per un milione di circa un milione e 350mila euro in favore di ditte di gradimento del sodalizio criminale, nonchè il rilascio di concessioni ed autorizzazioni amministrative, da parte dell’amministrazione comunale di San Felice, per la realizzazione di opere pubbliche e private, in capo anche del sostegno elettorale del clan stesso. Il gip ha concordato con la tesi investigativa secondo la quale l’insieme delle attività poste in essere dagli indagati ha fornito, nel corso del tempo, un significato contributo al rafforzamento del clan dei Casalesi, favorendo il reimpiego delle risorse finanziarie e mafiose e l’accrescimento del controllo degli appalti e delle attività economiche, volte al conseguimento di rilevanti profitti, determinando, così, la permeazione delle politiche criminali all’interno degli appalti della Pubblica amministrazione. Contestualmente all’esecuzione delle misure cautelari, è stato effettuato a carico dei destinatari, anche il sequestro preventivo dei conti correnti a loro intestati.

ELENCO PROVVEDIMENTI CAUTELARI

Pasquale De Lucia, 53 anni, San Felice a Cancello, in carcere

Rita Emilia Nadia Di Giunta, 40 anni, di Castel Volturno, in carcere

Antonio Zagaria, 54 anni, di Casapesenna, in carcere

Clemente Biondillo, 42 anni, di San Felice a Cancello, in carcere

Oreste Fabio Luongo, 38 anni, in carcere

Felice Auriemma, 65 anni, di San Felice a Cancello, in carcere

Costantino Cataldo, 54 anni, di Casapesenna, ai domiciliari

Francesco Di Giunta, 45 anni, ai domiciliari

Alfredo Pane, 61 anni, ai domiciliari

Alfonso Di Giunta, 61 anni, divieto di dimora in Campania 

san felice a cancello arrestato pasquale de lucia appoggio elettorale casalesi nomi
© Riproduzione Riservata

POTREBBE INTERESSARTI

clicca qui per ridurre


ARTICOLI CORRELATI

Seguici


Per offrirti il miglior servizio possibile il giornale utilizza cookies. Continuando la navigazione nel sito autorizzi l’uso dei cookies.