Continua a seguire NOI CASERTA anche sui Social Network

Artisti casertani contro il gassificatore. La lettera di Rete Calena Bene Comune

30 / 05 / 2012

|

Giuseppe Perrotta

Stampa l'articolo


Invia l'articolo


Noi operatori dello spettacolo, dell'intrattenimento e del divertimento, musicisti (solisti e band), attori, pittori e scultori, poeti, scrittori, intrattenitori in generale di Caserta e provincia ribadiamo il nostro secco no all'istallazione del gassificatore, sia a Capua, che in qualsiasi altro paese della provincia.Riteniamo che a fronte della devastazione perpretata da anni alle nostre belle terre sia giunto il momento di dire basta all'eterna emergenza e al ciclo combinato dei rifiuti che ci consegna solo discariche e inceneritori, con tutto quello che ne concorre dal punto di vista della salute e della devastazione del territorio. Creare montagne di rifiuti e bruciarli per far diventare anche l'aria una discarica è la strada sbagliata.Ma non diciamo solo di no, anzi, come gia da anni fanno i movimenti nati in seno alle popolazioni, siamo anche convinti testimoni di un'alternativa a questo sistema di trattamento dei rifiuti. Questa alternativa si chiama “rifiuti zero” con riduzione alla fonte di imballaggi e confezioni, la differenziazione per il riciclaggio e il riuso.Troppo ha dato questa terra per continuare ad essere calpestata e avvelenata. E' nostro obiettivo anche con le nostre arti di difenderla e contribuire alla sua crescita per ribadire ancora una volta che questa non è sempre stata la terra dei roghi, la terra di Ferrandelle e di Marruzzella, la terra di Lo Uttaro e degli inceneritori.Da millenni questa era la terra della commedia atellana, di Nevio e del Placito Capuano, di Pier Delle Vigne e Federico II, era ed è una terra di cultura, di arte e di crescita delle civilta', per questo motivo decidiamo di scendere in campo a fianco delle popolazioni che stanno gridando il proprio secco no all'istallazione del gassificatore, che altro non è che un inceneritore mascherato.Lungi da noi il voler strumentalizzare vicende politiche, facciamo appello alla primaria missione delle arti che è di divulgazione e di crescita culturale e collettiva. Vogliamo che i nostri figli e i figli dei nostri figli siano educati e crescano con valori sani e di rispetto dell'ambiente in cui vivono, che siano consapevoli della necessita' di affrontare diversamente il problema dei rifiuti.Per questi motivi e per altri ancora aderiamo a questo appello contro l'istallazione del gassificatore a Capua e in qualsiasi altro comune. Che la provincia di Caserta torni ad essere quella Campania Felix che per millenni è stata meta di popoli, artisti e viaggiatori grazie alla sua bellezza, alla sua natura. la sua arte, la sua cultura; non lasciamo che si continui a classificarci come la discarica d'Italia, la terra delle cittadelle della monnezza e dei roghi. Un'altra Caserta è possibile e necessaria!
Cronaca Eventi Capua Capua Capua Santa Maria a Vico
© Riproduzione Riservata

POTREBBE INTERESSARTI

clicca qui per ridurre


ARTICOLI CORRELATI

Seguici


Per offrirti il miglior servizio possibile il giornale utilizza cookies. Continuando la navigazione nel sito autorizzi l’uso dei cookies.