Continua a seguire NOI CASERTA anche sui Social Network

Assicurazione auto ancora troppo onerosa al Sud, ecco le possibili soluzioni percorribili

26 / 11 / 2019

|

Redazione

Stampa l'articolo


Invia l'articolo


L’obiettivo di ogni automobilista è quello di trovare un’assicurazione più conveniente delle altre, con lo scopo di risparmiare sulle spese complessive che riguardano il mantenimento della propria auto.

Oltre a bollo, revisione e carburante, a preoccupare gli utenti è infatti soprattutto l’RC Auto, che in alcune Regioni raggiunge costi altissimi. Puglia, Campania e Calabria sono in assoluto quelle che presentano i prezzi medi più alti di tutta Italia.

Nella fattispecie, per quanto riguarda la Puglia, secondo alcune stime il best price (miglior prezzo medio, calcolato sulla base delle migliori offerte delle compagnie assicurative) è pari a circa 471 euro in questa seconda parte del 2019. Il valore calcolato su base nazionale, nello stesso periodo, è invece più basso: 443 euro.

La provincia più cara in assoluto della Regione risulta quella di Foggia, dove il best price è altissimo: 568 euro, quasi un centinaio di euro in più rispetto alla media della regione stessa.

Ma come mai i prezzi sono così alti? Semplice: la regione Puglia, e con essa in generale un po’ tutto il Sud rispetto al Nord Italia, ha una sinistrosità assai superiore alla media nazionale. Chiaro che, con una frequenza di sinistri più alta, le compagnie assicurative si ritrovano spesso costrette ad alzare il valore del premio, punendo anche gli automobilisti con “guida virtuosa”.

Proprio per questi c’è però una buona notizia: la regione Puglia presto potrebbe essere protagonista di importanti sconti sulla RC Auto, previsti dal Ddl Concorrenza. Trattasi di un bonus (il quale si sommerebbe a quello obbligatorio) che si potrà applicare a tutti gli assicurati virtuosi che decidono di montare sulla propria auto la scatola nera.

Un dato interessante da sottolineare che riguarda sempre la regione Puglia è il poco interesse, da parte degli automobilisti, ad inserire anche la polizza accessoria riguardante il furto e incendio. Sempre secondo le stime, solo il 15% decide di includerla in fase di stipulazione del contratto assicurativo, mentre la media nazionale è del 29%. Dato che stride particolarmente se messo in relazione alla frequenza di furti che avviene nella Regione stessa, pari al triplo rispetto alla media nazionale. 

Un errore comune degli automobilisti nella scelta della polizza è quello di porre attenzione unicamente al prezzo della stessa.

Si tratta di un dato fondamentale, certo, ma bisognerebbe tenere d’occhio anche il contenuto del contratto che si va a stipulare.

Alcune compagnie assicurative possono trarre in inganno il cliente meno vigile che, facendosi ingolosire dal prezzo basso, non si rende conto della presenza di elementi come franchigie particolari o diritti di rivalsa. Non è il caso di Genertel, compagnia di assicurazioni online che unisce la convenienza alla trasparenza delle sue proposte nei confronti di tutti gli automobilisti.

Un altro consiglio utile in tema assicurazione è quello di includere le garanzie furto e incendio e quella relativa agli infortuni del conducente.

In particolare, la prima delle due: spesso non si ha la possibilità economica di far fronte ad un danno patrimoniale così oneroso come quello del furto d’auto. Un motivo in più per tutelarsi e dormire, in ogni caso, sonni tranquilli.

false assicurazioni
© Riproduzione Riservata

POTREBBE INTERESSARTI

clicca qui per ridurre


ARTICOLI CORRELATI

Seguici


Per offrirti il miglior servizio possibile il giornale utilizza cookies. Continuando la navigazione nel sito autorizzi l’uso dei cookies.