Continua a seguire NOI CASERTA anche sui Social Network

ATTENTATO AL MERCATINO DI NATALE | Ci sono morti e feriti: in città anche due parlamentari casertani

12 / 12 / 2018

|

Redazione

Stampa l'articolo


Invia l'articolo


Attentato con spari in diverse zone del centro a Strasburgo, nell'est della Francia. Il nuovo bilancio dell'attacco, iniziato nei mercatini di Natale, è di 4 morti e 9 feriti. L'autore della sparatoria è 'fiché S', cioè che era segnalato alle forze dell'ordine.

A Strasburgo c'è anche il casertano Nicola Caputo che, contattato, ha detto che all'interno la situazione è sotto controllo. "Attentato a Strasburgo. Vari individui sparano tra la folla dei mercatini. La polizia non ci ha consentito di accedere al centro della città e ci ha costretti a barricarci in un pub.  Stiamo bene". Anche l'altra europarlamentare casertana Pina Picierno è in città ed anche lei ha scritto un post per rassicurare che stanno tutti bene.

Ci sarebbe anche un italiano, secondo quanto apprende l'Ansa, tra i feriti. Interpellata in merito, la Farnesina non ha confermato né smentito la notizia, ma in seguito si è appreso che non è grave l'italiano, un giovane giornalista, ferito. Lo ha reso noto l'europarlamentare del Pd Brando Benifei, che conosce il connazionale.

La polizia ha inoltre confermato che l'autore degli spari è circondato ed è stato identificato come Cherif C., di 29 anni. L'attentatore sarebbe ferito e sarebbe schedato come un radicalizzato. Lo scrivono i media locali, tra cui L'Alsace. Originario di Hohberg, nel quartiere di Koenigshoffen a Strasburgo, l'uomo era già stato condannato nel 2011 a due anni di carcere, di cui sei mesi per un'aggressione con un coccio di bottiglia.

È stato isolato il Parlamento europeo. Il presidente francese Macron ha inviato il ministro dell'Interno Christophe Castaner a Strasburgo. Indaga la Procura antiterrorismo di Parigi. Una prima foto dell'uomo è stata diffusa dal profilo twitter del giornalista israeliano Amichai Stein: Ancora in fuga l'assalitore Non avrebbe dato esito, dopo l'attacco di Strasburgo in cui due persone sono rimaste uccise e altre undici ferite, l'operazione di polizia nel quartiere di Neudorf della città francese. Lo indica il quotidiano L'Alsace.

I poliziotti hanno passato al setaccio gli edifici al numero 3, 5 e 7 di rue Epinal, ma l'operazione è rimasta infruttuosa. Proseguono le ricerche dell'uomo sospettato di aver aperto il fuoco. L'uomo doveva essere arrestato questa mattina. Lo indica una fonte vicina alle indagini, citato dal quotidiano francese Le Figaro. I poliziotti francesi, che si sono presentati al suo indirizzo, non lo hanno però trovato in casa. L'uomo è nato a Strasburgo ed era stato schedato con la famosa 'fiche S', con cui vengano indicati i soggetti considerati una potenziale minaccia per la sicurezza. Una seconda operazione di polizia è in corso in place Broglie, nel centro storico di Strasburgo. Lo riporta Le Figaro, citando il sindaco della città Roland Ries. "Si presume ci sia una seconda persona" coinvolta nella sparatoria, ha spiegato. Tajani: attentatore nordafricano, c'è identikit L'attentatore di Strasburgo è un nordafricano e c'è un identikit. Lo rende noto il Presidente dell'Europarlamento, Antonio Tajani.

attentato nicola caputo pina picierno
© Riproduzione Riservata

POTREBBE INTERESSARTI

clicca qui per ridurre


ARTICOLI CORRELATI

Seguici


Per offrirti il miglior servizio possibile il giornale utilizza cookies. Continuando la navigazione nel sito autorizzi l’uso dei cookies.