Continua a seguire NOI CASERTA anche sui Social Network

Aversa, i pazienti psichiatrici coinvolti nei programmi di integrazione sociale presentano la birra artigianale‘B18@’

18 / 07 / 2014

|

Redazione

Stampa l'articolo


Invia l'articolo


E’ stata presentata nella serata di giovedì presso il chiostro di San Francesco in piazza don Diana di Aversa la “B 18@”, la birra realizzata dai pazienti affetti da malattie psichiche inseriti in programmi di integrazione sociale. A brindare col consorzio di operative sociali guidato dall’artefice del progetto Costanzo Feo, l’amministrazione comunale di Aversa con il sindaco Giuseppe Sagliocco ed il consigliere Luigi Vargas. “E’ davvero una bella iniziativa”, ha affermato il primo cittadino di Aversa, e continuando: “Le cooperative sociali appartenenti al consorzio Co.ri. hanno coinvolto pazienti affetti da malattie psichiche inseriti in programmi di integrazione sociale per la realizzazione della birra”. “Da ciò – ha spiegato Costanzo Feo – è nata la B 18@, in onore della legge 180 del 1978, ovvero la Legge Basaglia. Con questo progetto abbiamo ottimizzato il ‘saper fare’ di pazienti con disagio psichico, saperi che li ha messi in condizione di collaborare alla produzione della birra artigianale”. “Con un brindisi – ha concluso il Sindaco Giuseppe Sagliocco – abbiamo festeggiato il lavoro di persone affette da malattie psichiche inseriti in programmi di integrazione sociale degustando un’ottima birra da loro prodotta”.
aversa pazienti psichiatrici birra artigianale integrazione sociale integrazione sociale luigi vargas
© Riproduzione Riservata

POTREBBE INTERESSARTI

clicca qui per ridurre


ARTICOLI CORRELATI

Seguici


Per offrirti il miglior servizio possibile il giornale utilizza cookies. Continuando la navigazione nel sito autorizzi l’uso dei cookies.