Continua a seguire NOI CASERTA anche sui Social Network

Il giallo del dirigente all'Urbanistica preoccupa Capasso: "Chi pagherà in caso di condanna?"

28 / 01 / 2016

|

Redazione

Stampa l'articolo


Invia l'articolo


"Aversa vive un momento di sofferenza per quanto concerne il comparto urbanistico. Il vincitore dell’avviso pubblico, nonostante l’iter di legalità che aveva condotto alla sua individuazione, è stato di fatto e di diritto stroncato ad nutum". E' quanto ha affermato Rosario Capasso, ex consigliere comunale e leader del Movimento 'A testa alta' relativamente all'allontanamento del dirigente Pietro D'Orazio. "Attualmente, la città di Aversa si ritrova con un vulnus in organico, che per l’effetto produce difficoltà, ritardi ed impossibilità per i tecnici ed i cittadini impegnati nei lavori sia di ristrutturazione che di nuova costruzione - aggiunge-. Pertanto è impensabile che questo stato di improduttività dell’ufficio urbanistico comunale continui a riverberare gli effetti negativi di scelte fatte da organi extraterritoriali in piena autonomia ed indipendenza in assenza di una copertura giuridica adeguata. Tutto ciò espone ad un effetto boomerang il Comune ove mai l’autorità giudiziaria all’uopo preposta dovesse condannare al reintegro il dirigente. In tal caso a carico di chi saranno le spese che ne deriveranno? Sicuro che gli atti posti a sostegno del licenziamento ad nutum contengano i requisiti essenziali di legittimità e di forma si confida affinché il commissario intervenga per ristabilire quell’equilibrio precedente che consentiva ai tecnici di lavorare ed ai cittadini di veder realizzate le proprie aspettative".

aversa rosario capasso dirigente urbanistica dorazio causa
© Riproduzione Riservata

POTREBBE INTERESSARTI

clicca qui per ridurre


ARTICOLI CORRELATI

Seguici


Per offrirti il miglior servizio possibile il giornale utilizza cookies. Continuando la navigazione nel sito autorizzi l’uso dei cookies.