Continua a seguire NOI CASERTA anche sui Social Network

Estorsione a imprenditore, 38enne arrestato mentre prende i soldi dalla vittima

03 / 06 / 2016

|

Valentina Martinisi

Stampa l'articolo


Invia l'articolo


Un uomo di 38 anni originario del Palermitano, Gaetano Tafuri, è stato arrestato per estorsione dalla polizia di Mirandola, dopo aver taglieggiato un ex imprenditore di Finale Emilia, nel Modenese. Come ricostruito dagli agenti dell'anticrimine, già nel 2015 il siciliano aveva minacciato la vittima pretendendo che questa pagasse un vecchio debito contratto con l'ex socio, un imprenditore di San Felice, che in realtà aveva cartelle esattoriali da pagare ma che non vantava crediti reali con il finalese. In tre occasioni, quest'ultimo aveva anche pagato 3.000 euro a Tafuri, che poi era finito in carcere. Una volta uscito, quest'anno, il 38enne ha ripreso a minacciare l'ex imprenditore, dicendo anche di conoscere un gruppo di albanesi pronti a malmenarlo. Uno di questi si sarebbe anche presentato a un incontro tra i due. La polizia nei giorni scorsi ha arrestato il 38enne, di origine siciliana ma a lungo residente ad Aversa nel Casertano e ora nella Bassa modenese, mentre incassava 1.000 euro dalla sua vittima. Risulta invece indagato l'imprenditore sanfeliciano presunto mandante dell'estorsione. L'inchiesta prosegue anche per identificare i membri del gruppo di albanesi e capire se abbiano davvero avuto un ruolo nella vicenda.

aversa estorsione imprenditore arrestato soldi vittima
© Riproduzione Riservata

POTREBBE INTERESSARTI

clicca qui per ridurre


ARTICOLI CORRELATI

Seguici


Per offrirti il miglior servizio possibile il giornale utilizza cookies. Continuando la navigazione nel sito autorizzi l’uso dei cookies.