Continua a seguire NOI CASERTA anche sui Social Network

Aversa, premiati i vincitori del concorso 'Festa dei Popoli' sotto lo sguardo attento del vescovo. I NOMI

19 / 10 / 2014

|

Redazione

Stampa l'articolo


Invia l'articolo


Si è tenuta sabato presso il Seminario Vescovile di Aversa, la premiazione della Prima Edizione del Concorso Letterario Internazionale “Festa dei Popoli ”. L’iniziativa nata e promossa all’interno della Curia Diocesana di Aversa intende promuovere e diffondere la convinzione che la conoscenza dei fratelli immigrati e il dialogo intereligioso favoriscono il superamento di tutte le barriere sociali e specialmente la “paura dello straniero”. In tantissimi hanno partecipato, tutti con lavori lodevoli al punto che la scelta del vincitore da parte dei giudici è stata molto ardua. “Quest’anno c’è stato un altissimo livello tra i racconti presentati. E’ bello che in occasione dell’assegnazione di un premio letterario ci siano tutte queste difficoltà nella proclamazione del vincitore, vuol dire che c’è una sensibilità diffusa e molto partecipata. Circa cento erano i manoscritti in gara, provenienti da tutta l’Italia e da altri paesi europei. Ringrazio sentitamente tutti per la partecipazione”  Queste le parole accorate del vescovo Angelo Spinillo. In seguito i giudici hanno proseguito con la  lettura di uno dei manoscritti vincenti. Il terzo classificato, Marco Amedeo, con i suoi 21 anni è uno dei partecipanti più giovani, ma essendo di Torino non ha potuto presenziare alla cerimonia. Il secondo classificato Carlo Monteleone con “Un’alba nuova”, che con un po’ di imbarazzo iniziale si appresta a leggere anch’egli una piccola parte del suo composto sempre accompagnato da una bellissima musica a far da sfondo. Stessa storia per il primo classificato Giovanni Rosa con “Il diario di Fatima Kaled”, per il quale però si è pensato ad una lettura a più voci, per meglio rendere il racconto. Ex-aequo  in quarta posizione per i racconti fino alla decima posizione: Adolfo Omodeo, “Il venditore di bonsai e lo zingaro con l’orso a guinzaglio”;  Andrea Barba, “Terra!”; Elisa Di Girolamo, “Semplicemente amore”;  Guergana Radeva, “La forza dei bulbi”; Laura Moro, “Allá, lejos y hace tiempo…”;   Maria Di Grumo, “Noi di casa in Via Demetrio Scura”;  Rina Bontempi, “L’altro volto della libertà”. A concludere è stato Giuseppe Esposito, Presidente del Comitato della Festa dei Popoli: “Il percorso da noi proposto ci auguriamo possa pian piano portare a recuperare,in maniera forte e definitiva, non solo un modo per vivere assieme ma anche imparare ad accogliere ogni diversità". (Debora Parisi)

aversa premiazione concorso festa dei popoli angelo spinillo vescovo
© Riproduzione Riservata

POTREBBE INTERESSARTI

clicca qui per ridurre


ARTICOLI CORRELATI

Seguici


Per offrirti il miglior servizio possibile il giornale utilizza cookies. Continuando la navigazione nel sito autorizzi l’uso dei cookies.