Continua a seguire NOI CASERTA anche sui Social Network

Parità tra l'Aversa Normanna e il Gragnano (0-0)

30 / 04 / 2017

|

Redazione

Stampa l'articolo


Invia l'articolo


Un punto era necessario all’Aversa Normanna per conseguire la matematica salvezza ed un punto è quello che l’Aversa Normanna consegue. La gara con il Gragnano, piena di insidie e di vecchi rancori (all’andata rissa, partita persa a tavolino e squalifiche multiple per le due squadre), in campo è stata più tranquilla delle premesse e alla fine le due squadre l’hanno onorata ben giocandola in campo. Il punto conferma la permanenza dei Normanni in serie D e non cambia la classifica del Gragnano, salvo già da tempo.

LA GARA. Chianese deve far a meno di Del Prete, squalificato, e riparte dal 3-5-2, con Maraolo in porta. La linea a 3 vede Cretella, Guastaacchia e Di Prisco. In mediana Ciocia e Esposito sono gli esterni mentre Nappo, Marzano e Cigliano agiscono in mezzo. Guillari viene schierato a supporto di Scalzone. Per il Gragnano Konate, Santaniello e Varsi di punta a tentare di scalfire la retroguardia aversana.

Il primo tempo è poco spettacolare. Al 5’ prova ad accenderla Varsi, ma la sua conclusione sfiora il gol. Varsi ancora in evidenza al 14’, ma il gol siglato viene annullato (giustamente) per off side. Il Gragnano spinge ancora sull’acceleratore e al 21’ La Monica scheggia la traversa. Viste le difficoltà in difesa, Chianese torna al 4-3-3 con Di Prisco smistato a destra e Ciocia dal lato opposto. Al 28’ ancora vicinissima al vantaggio il Gragnano, Konate però parte in leggero off side e quindi il suo gol non è convalidato. Dopo 1’ di recupero il primo tempo si conclude sullo 0-0.

Nella ripresa l’Aversa è più intraprendente. Al 59’ Guillari pesca in area Scalzone che prova a superare Cellitti con un pallonetto, salvato sulla linea da Barbato. Iniziano i cambi. Cassetta al 66’ per Ciocia e Buono al 69’ per Cigliano. Tra i due cambi buona chance per Konate, palla al lato. Napolitano, per il Gragnano, al 70’ entra al posto di Varsi fischiatissimo dal pubblico di casa. Al 74’ Marzano serve un assist delizioso a Di Prisco, palla sul fondo di un soffio. All’82’ Gambardella al posto di Esposito. Nei minuti finali le due squadre hanno l’occasione per portare a casa la vittoria. All’89’ conclusione di Guastamacchia di testa, Cellitti blocca in due tempi. Al 90’ miracolosa parata di Maraolo su un bolide di Carascio diretto al sette. Al 91’ entra anche Nugnes per Konate e dopo 3’ di recupero l’arbitro decreta la fine del match.

Salvezza matematica per l’Aversa, che sarà ufficiale dopo la prossima giornata (con i tre punti che verranno conseguiti a tavolino contro il Due Torri), e tanti applausi a fine gara per Chianese e il patron Spezzaferri. La squadra Normanna tra mille difficoltà hanno saputo trovare forza e compattezza per raggiungere l’obbiettivo minimo stagionale. Adesso per la squadra granata è tempo di programmare la prossima annata, con tanti problemi da risolvere. Ripartire da questi giovani è l’imperativo categorico.

AVERSA NORMANNA. Maraolo, Ciocia (66’ Cassetta), Cretella, Guastamacchia, Di Prisco, Nappo, Cigliano (69’ Buono), Marzano, Guillari, Esposito (82’ Gambardella), Scalzone. PANCHINA. Lombardo, Mariani, Trofo, Russo, Sozio, Terracciano. All. Chianese.

GRAGNANO. Cellitti, Esposito A., Barbato, Liccardi, Panico, Tarascio, Franco, La Monica, Varsi (70’ Napolitano), Santaniello, Konate (91’ Nugnes). PANCHINA. Zeoli, Formisano, Passariello, Gatto, Kameni, Infante, Ascione. All. Ferraro.

ARBITRO. Feliciani di Teramo. ASSISTENTI. De Chirico e Binetti di Barletta.

NOTE. Ammoniti: nessuno per l’Aversa Normanna, Tarascio per il Gragnano. Recupero: 1’ nel primo tempo, 3’ nel secondo tempo.

(Antonio Di Bello)

aversa sport calcio normanna partita gragnano
© Riproduzione Riservata

POTREBBE INTERESSARTI

clicca qui per ridurre


ARTICOLI CORRELATI

Seguici


Per offrirti il miglior servizio possibile il giornale utilizza cookies. Continuando la navigazione nel sito autorizzi l’uso dei cookies.