Continua a seguire NOI CASERTA anche sui Social Network

Chiesti 12 anni di carcere per Cosentino, 4 per l'ex prefetto di Caserta Stasi

01 / 03 / 2017

|

Redazione

Stampa l'articolo


Invia l'articolo


Dodici anni per l'ex parlamentare Nicola Cosentino, 16 e 11 per i suoi fratelli, Giovanni e AntonioE' questa la richiesta del sostituto procuratore antimafia Alessandro D'Alessio nel processo contro i vertici dell’Aversana Petroli, di proprietà della famiglia Cosentino. Il pubblico ministero ha chiesto anche quattro anni per l'ex viceprefetto di Caserta, Maria Elena Stasi, 14 per l'imprenditore di Villa Literno Michele Sagliocchi, 9 per Bruno Sorrentino e Giovanni Adamiano, entrambi dipendenti della Kuwait Petroleum Italia, e 7 per Luigi Letizia, funzionario della Regione Campania. Per i dirigenti del Comune di Casal di Principe, Giacomo Letizia e Vincenzo Schiavone sono invece stati invocati rispettivamente otto e due anni e mezzo di reclusione. I fratelli Cosentino, secondo l'ipotesi accusatoria, rispondevano di vari reati tra cui l'estorsione e la concorrenza sleale, poiché avendo il "monopolio" della distribuzione di carburante”. Le accuse sono di estorsione aggravata dall'articolo 7, turbativa d'asta nonché la concorrenza sleale. La vicenda riguarda le presunte pressioni fatte dai Cosentino perché il comune di Villa di Briano negasse l'autorizzazione - alla richiesta di apertura di una pompa di benzina avanzata dall'imprenditore Luigi Gallo, che ha poi denunciato i Cosentino.

caserta nicola cosentino requisitoria aversana petroli maria elena stasi ex prefetto
© Riproduzione Riservata

POTREBBE INTERESSARTI

clicca qui per ridurre


ARTICOLI CORRELATI

Seguici


Per offrirti il miglior servizio possibile il giornale utilizza cookies. Continuando la navigazione nel sito autorizzi l’uso dei cookies.