Continua a seguire NOI CASERTA anche sui Social Network

Aziende sequestrate, iniziativa Cgil a Casal di Principe con lavoratori e delegati sindacali

28 / 11 / 2012

|

Giuseppe Perrotta

Stampa l'articolo


Invia l'articolo


Il 29 e 30 novembre, in una due giorni, a Napoli prima e a Caserta dopo, la Fillea Cgil nazionale e regionale e l’Osservatorio Nazionale Edilizia e Legalità, di concerto conla CGIL, organizzano rispettivamente, un momento di riflessione e un’iniziativa sindacale, per approfondire il tema del ruolo sociale della presenza dello Stato nella bonifica e nella riconsegna delle imprese ai territori, e il ruolo sindacale chela Fillea deve svolgere nelle imprese della filiera delle costruzioni sequestrate o confiscate per la tutela del lavoro e dei lavoratori. Il 30 novembre, dalle ore 10.00, a Casal di Principe presso il “Teatro della Legalità”,la Fillea Cgilsvolgerà la seconda assemblea nazionale dei delegati e dei lavoratori dipendenti dalle imprese sequestrate o confiscate, sul tema: Attività sindacale nelle aziende sequestrate e confiscate, ruolo e funzione dell’Agenzia nazionale Beni Sequestrati e Confiscati. La situazione della gestione delle imprese da parte della magistratura, nella fase del sequestro, e dell'Agenzia per i beni sequestrati o confiscati oggi è drammatica, anzi catastrofica. A quasi trent’anni dall’entrata in vigore della legge 13 settembre 1982, n. 646 (e successive modificazioni) si è formato un imponente quantitativo di beni mobili e immobili, di aziende industriali, agricole e commerciali attualmente nelle disponibilità dello Stato e di altre amministrazioni pubbliche, eppure poche decine sono le imprese che economicamente hanno mantenuto o consolidato una situazione produttiva e, nel momento di decidere sulla loro "destinazione" si rischia di confermare il fallimento dell'attività dello Stato che vince la battaglia militare, ma perde quella sociale ed economica. A queste pochissime esperienze non negative si affianca un cimitero di aziende chiuse che, anche considerando l’esistenza di pseudo - aziende, rappresentano comunque un fallimento non della presenza dello Stato nell’economia ma di una gestione delle stesse improntata ad un mero “galleggiamento” finalizzato esclusivamente ai tempi delle procedure giudiziarie.
Economia Caserta napoli casal di principe casal di principe cgil
© Riproduzione Riservata

POTREBBE INTERESSARTI

clicca qui per ridurre


ARTICOLI CORRELATI

Seguici


Per offrirti il miglior servizio possibile il giornale utilizza cookies. Continuando la navigazione nel sito autorizzi l’uso dei cookies.