Continua a seguire NOI CASERTA anche sui Social Network

Bagarre sui corsi di vela a Santa Maria CV, Mastroianni: ‘Ecco le priorità di Mattucci e Di Muro’

05 / 01 / 2015

|

Redazione

Stampa l'articolo


Invia l'articolo


“Il problema dei corsi di vela per i bimbi delle famiglie disagiate non è l'entità del costo, al quale infatti mai abbiamo fatto neppur lontanamente cenno, a carico o meno dell'Amministrazione comunale di sinistra; ma bensì l'unico vero problema è l'assoluta, e a questo punto anche palese, incapacità politica di un governo municipale di individuare un quadro chiaro e concreto di politiche sociali in grado di dare risposte significative alle vere esigenze quotidiane delle tante famiglie che hanno difficoltà ad arrivare a fine mese”. Si esprime così Salvatore Mastroianni, referente del Nuovo Centrodestra di Santa Maria Capua Vetere, sul caso scoppiato in città in merito ai corsi di vela gratuiti organizzati dal Comune per i bambini appartenenti a famiglie disagiate. “A questo punto è forse da ritenere che il sindaco Biagio Di Muro e il presidente Dario Mattucci considerano priorità fondamentale i corsi di vela per bimbi rispetto ad altre esigenze, che evidentemente solo secondo noi sono prevalenti, quali ad esempio l'acquisto dei libri di testo per la scuola del l'obbligo o piuttosto quelle legate all'acquisto di medicinali, di vestiario, di beni legati ai generi alimentari o poi semmai, solo alla fine, a quelle esigenze legate al tempo libero. L'assenza di un quadro concreto e chiaro di politiche dei servizi sociali municipali è anche confermato dal curioso avviso pubblico, con tanto di criteri e procedura, messo in campo dall'amministrazione comunale anche attraverso manifesti murali per la partecipazione ai corsi di vela e, al contrario, la totale inesistenza di una procedura di evidenza pubblica per i ticket alimentari sempre per la fasce deboli di cittadini. Ticket alimentari, tra l'altro, a tutt'oggi ancora non distribuiti dall'amministrazione comunale, nonostante le loro immediate, quanto evanescenti, giustificazioni rese durante i giorni di Natale attraverso il sindaco Di Muro e l'assessore ai servizi sociali Angela Cuccaro. Infine è forse solo da precisare che nulla, ma proprio nulla, in tutta questa polemica c'entra la scuola napoletana di vela Mascalzone latino, della quale sono noti a tutti il prestigio e l'autorevolezza da essa acquisita a livello nazionale ed internazionale. Se il quadro delle politiche sociali municipali di Santa Maria Capua Vetere  è di tale livello è chiaro che lo si deve solo ed esclusivamente all'Amministrazione comunale di sinistra Mattucci Di Muro Stellato che forse ritiene che la politica sociale nei rioni periferici cittadini, la si faccia ancora a 'botte di pasta e fagioli' come venti o trent'anni fa".

santa maria capua vetere corsi di vela salvatore mastroianni nuovo centrodestra bambini famiglie
© Riproduzione Riservata

POTREBBE INTERESSARTI

clicca qui per ridurre


ARTICOLI CORRELATI

Seguici


Per offrirti il miglior servizio possibile il giornale utilizza cookies. Continuando la navigazione nel sito autorizzi l’uso dei cookies.