Continua a seguire NOI CASERTA anche sui Social Network

BALLOTTAGGIO Lo sconfitto Dello Vicario chiede a Villano e De Crisfofaro un confronto

11 / 06 / 2016

|

Redazione

Stampa l'articolo


Invia l'articolo


"Nel ringraziare i cittadini aversani, che ancora una volta hanno accordato fiducia al nostro gruppo e alla mia persona, voglio rivolgere un ringraziamento speciale ai candidati di Forza Italia, FdI- Alleanza Nazionale e Balena Bianca, i quali sono stati veramente eccezionali, specialmente coloro che erano alla prima esperienza (ossia il 95%) e che si cimentavano per prima volta in una campagna elettorale; hanno parlato sempre con gli elettori, li hanno coinvolti con il loro entusiasmo, e hanno fatto la vera differenza in questa competizione, raggiungendo un ottimo risultato". E' il commento di Gianpaolo Dello Vicario, candidato sindaco di Forza Italia ad Aversa, sul risultato elettorale. "E’ stata una campagna elettorale molto difficile, che ha coinvolto un gran numero di candidati e un numero minore di elettori e questo rimane il dato di maggiore rammarico. E' già iniziata però una nuova fase, del tutto diversa dalla prima, che vede la competizione tra due candidati sindaci Marco Villano ed Enrico De Cristofaro, a cui vanno le mie congratulazioni per il risultato raggiunto e i miei auguri per la prossima tornata. Uno dei due sarà il nostro sindaco e per questo è necessario focalizzare l’attenzione sulle loro capacità di leader e di amministratori. Usciamo da una brutta stagione per la nostra città, l’implosione della precedente amministrazione dovuta alla sua frammentazione e il conseguente commissariamento, sono stati disastrosi per la città. La coalizione di centrodestra ad Aversa, di cui mi onoro di essere rappresentante, nonostante i tentativi di qualche ambizioso galoppino volessero eliminare uno stato di fatto (cancellando addirittura la testimonianza delle presenza ad Aversa del Presidente Berlusconi), si è presentata con coraggio e determinazione perché aveva come obiettivo la difesa di un’idea e la governabilità. Solo questo a mio parere fa squadra, il resto è solo una somma che in alcuni casi, come si è visto, non fa neanche totale e si dissolve nelle miriadi di inciuci che fanno della politica una cattiva politica. Per questo oggi, da prossimo consigliere comunale e da elettore, suggerirei ai candidati sindaci di parlare dei punti più importanti dei loro programmi e come intendono attuarli, evitando così di dare adito ai soliti ‘’ragazzi di professione’’ di chiacchierare e fare peggio, perché ormai si contraddicono ogni ora, perché si sa i “ragazzi” sono frettolosi, talmente tanto che in pochi anni di onorata “carriera politica” hanno cambiato già 4 padroni tra partiti e movimenti. Consiglio agli stessi di non concentrarsi sulla mia persona per prendersi qualche voto, è infatti controproducente cercare di minare l’indipendenza e l’onestà intellettuale mia, quella dei nostri candidati e dei nostri elettori, perché qui non ci sono servi e padroni, qui ci sono politici e cittadini, le cui idee, programmi e preferenze sono state ampiamente dimostrate, garantite e riconosciute. Ma per chi non conoscesse o facesse finta di non conoscere la nostra storia, garantiamo che ci batteremo sempre a difesa della città e per la realizzazione di quanto sostenuto e gridato in campagna elettorale. Propongo infine per evitare un ulteriore innalzamento dell’astensionismo un confronto diretto tra i candidati in modo da dare la possibilità agli indecisi di prendersi la responsabilità del proprio voto e del proprio sindaco".

aversa ballottaggio dello vicario de cristofaro villano elezioni
© Riproduzione Riservata

POTREBBE INTERESSARTI

clicca qui per ridurre


ARTICOLI CORRELATI

Seguici


Per offrirti il miglior servizio possibile il giornale utilizza cookies. Continuando la navigazione nel sito autorizzi l’uso dei cookies.