Continua a seguire NOI CASERTA anche sui Social Network

ANCELOTTI AL NAPOLI | E' casertano l’ uomo chiave che lo ha convinto a venire all' ombra del vesuvio

24 / 05 / 2018

|

Redazione

Stampa l'articolo


Invia l'articolo


Il rapporto con Napoli per Carlo Ancelotti non è cominciato in una piovosa notte romana del 22 maggio, ma molto prima, perché uno dei più fidati collaboratori del tecnico emiliano si chiama Beniamino Fulco, detto Mino. Classe ’85, di professione fa il nutrizionista ed è l’uomo di fiducia sulla preparazione per Ancelotti. Il tecnico del Bayern Monaco non lascia nulla al caso e da quando Fulco ha sposato sua figlia, Katia Ancelotti, lo ha sempre portato con sé, sia al Real Madrid, che al Bayern Monaco, che, probabilmente al Napoli.

Fulco è un preparatore e nutrizionista, nato a Napoli, ma cresciuto a Mondragone. Tra i “parenti” di Ancelotti che dovrebbero entrare nello staff, anche suo figlio Davide, che nel mondo del calcio è tra i preparatori atletici più preparati in circolazione.

 

IL MATRIMONIO - Con una cerimonia semplice nel suggestivo spiazzo antistante la basilica benedettina di Sant'Angelo in Formis Katia Ancelotti, trentenne figlia del tecnico del Real Madrid neo-campione d'Europa, ha sposato Beniamino Fulco, di un anno piu' giovane, nutrizionista dei Blancos, conosciuto a Parma quando entrambi studiavano. E per un pomeriggio, l'allenatore piu' titolato d'Europa ha vestito solo i panni del papa' affettuoso e orgoglioso, che ha tradito la tipica emozione che solo un giorno del genere puo' dare. Dopo ogni vittoria, anche l'ultima a Lisbona con l'Atletico, non ha mai pianto: oggi in piu' occasioni Ancelotti si e' portato il fazzoletto bianco agli zigomi e alle guance per le lacrime che scendevano, come quando Katia, emozionatissima, si e' voltata indietro per trovare il suo sguardo rassicurante, o quando i due sposini si sono scambiati le fedi suggellando cosi' il loro amore. Meno emozionato, ma solo in apparenza, Mino Fulco. Il 29enne e' arrivato in netto anticipo rispetto all'orario previsto, le 16.30, per la celebrazione della cerimonia officiata da don Roberto Palazzo; si e' infatti presentato alle 16.05 mentre la sua Katia e' arrivata a bordo di una Mercedes 280 SE grigia decapottabile, con a fianco papa' Carlo quasi impietrito dall'emozione, poco meno di un'ora dopo, intorno alle 17. Un lungo applauso ha accompagnato il doppio "si". Dopo la cerimonia gli sposi e gli invitati, circa 250, si sono trasferiti nella vicina Tenuta San Domenico, blindatissima per l'occasione, per la cena preparata dallo chef Ciro de Marino, capitano del Campania team, la squadra regionale di cuochi vicecampione del mondo; nel menu' pietanze rigorosamente del territorio, come il panzarotto fritto con frutti di mare, la parmigiana di melanzane, il rombo caprese farcito di pomodoro, l'immancabile mozzarella di bufala e basilico, il maialino nero casertano, per poi chiudere con un gran buffet di frutta di stagione e dolci della tradizione partenopea. Presente al ricevimento l'ex tecnico del primo Napoli scudettato Ottavio Bianchi, dirigenti del Real Madrid e del Milan. Parte degli invitati provenienti dalla Spagna ha alloggiato in un albergo del lungomare di Napoli mentre gli sposi e i familiari questa notte occuperanno le sette camere della Tenuta.

katia ancelotti carlo ancelotti beniaminio Fulco
© Riproduzione Riservata

POTREBBE INTERESSARTI

clicca qui per ridurre


ARTICOLI CORRELATI

Seguici


Per offrirti il miglior servizio possibile il giornale utilizza cookies. Continuando la navigazione nel sito autorizzi l’uso dei cookies.