Continua a seguire NOI CASERTA anche sui Social Network

Caserta, Spirito: recuperati 3 milioni di euro in 3 anni per la tassa dei rifiuti. Il sindaco: serve fare gli impianti

15 / 11 / 2013

|

Giuseppe Perrotta

Stampa l'articolo


Invia l'articolo


Un bilancio che inizia a somigliare sempre di più al suo regista. Nello Spirito, per la prima volta da tre anni quasi alla guida dell'assessorato alle Finanze, ha preso in mano direttamente la gestione economica-finanziaria del Comune di Caserta e, in conferenza stampa, insieme al dirigente Enzo Cioffi (presenti anche il sindaco Pio Del Gaudio, leggi qui, il vice Enzo Ferraro, gli assessori Pasquale Napoletano e Massimiliano Palmiero, ed i consiglieri Pasquale Santonastaso e Lorenzo Gentile) ha illustrato la situazione. "Siamo riusciti a raggiungere importanti risultati, nonostante grandi difficoltà economiche. Io do solo un dato che mi sembra emblematico. Nel 2010 il Comune di Caserta riceveva dallo Stato 24 milioni di trasferimenti, oggi ne arrivano appena 7". Spirito si concentra soprattutto sulla tassa sui rifiuti, che è quella che poi maggiormente viene sentita dai cittadini. "Se ci siamo potuti permettere aumenti oltre il 30% è grazie al grande lavoro all'evasione ed all'elusione, che ci ha permesso di aumentare di oltre 3 milioni di euro gli incassi per la tassa rifiuti in tre anni". Una discussione sulla quale interviene anche il sindaco Pio Del Gaudio che sottolinea, di nuovo, la necessità di fare impianti per il trattamento di rifiuti "che ci permetterebbe di abbassare i costi ed abbassare la tassa". L'idea è quella di realizzare il digestore ed un impianto di divisione del rifiuto che permetterebbe di abbassare il costo del 15%. Un problema economico, invece, potrebbe arrivare invece dalle contravvenzioni, soprattutto per quel che concerne le multe su corso Trieste: "Se il Comune deciderà di riaprire il primo tratto del corso Trieste - ha sottolineato ironicamente Spirito - farà un danno a me che potrò contare su meno incassi". L'assessore alle Finanze non ha mancato poi di sottolineare come il suo lavoro e quello dell'assessorato sia stato rivolto soprattutto ad eliminare quegli elementi che, negli anni, hanno portato poi alla situazione di dissesto finanziario. A partire da debiti fuori bilancio. "Si era presa una brutta abitudine di affidare incarichi e lavori senza impegni di spesa, cosa che faceva sorgere decine e decine di debiti fuori bilancio. Oggi la musica è cambiata ed i risultati si vedono".
caserta comune bilancio sindaco sindaco aumenti tasse
© Riproduzione Riservata

POTREBBE INTERESSARTI

clicca qui per ridurre


ARTICOLI CORRELATI

Seguici


Per offrirti il miglior servizio possibile il giornale utilizza cookies. Continuando la navigazione nel sito autorizzi l’uso dei cookies.