Continua a seguire NOI CASERTA anche sui Social Network

IRRUZIONE IN CHIESA | Bulgari aggrediscono don Osvaldo e feriscono con un coltello un volontario della Caritas

10 / 08 / 2018

|

Redazione

Stampa l'articolo


Invia l'articolo


Erano circa le 15.30 di oggi quando alcuni ragazzi di nazionalità bulgara, armati di coltelli, hanno fatto irruzione nel Centro Caritas della Chiesa di San Rufino, aggredendo don Osvaldo Morelli (primo parroco Rom d'Italia) e un volontario Centro Caritas.

Un banale litigio che finisce col ferimento al dito di un volontario e l’apertura di una ‘caccia’ al bulgaro. E’ quello che è accaduto oggi pomeriggio a Mondragone, nella chiesa dove era in programma una riunione organizzativa in vista della festa di Ferragosto.

Ad un tratto, però, nello spiazzale sono entrati alcuni ragazzini minorenni di etnia bulgara che vivono nei Palazzi Cirio poco distanti: a loro è stato chiesto di lasciare liberi gli spazi per poter organizzare l’evento, ma di tutta risposta uno di questi ragazzini ha estratto un coltello dalla tasca, puntandolo verso i presenti.

A quel punto un volontario ha provato a bloccarlo per togliergli il coltello, ma è rimasto ferito ad un dito (fortunatamente nulla di grave, è stato curato sul posto) mentre il parroco ha allertato i carabinieri. I ragazzini sono fuggiti ma è stata fatta una descrizione molto chiara del minorenne col coltello che adesso sarà ricercato.

 

 

don Osvaldo Morelli bulgari palazzi cirio mondragone
© Riproduzione Riservata

POTREBBE INTERESSARTI

clicca qui per ridurre


ARTICOLI CORRELATI

Seguici


Per offrirti il miglior servizio possibile il giornale utilizza cookies. Continuando la navigazione nel sito autorizzi l’uso dei cookies.