Continua a seguire NOI CASERTA anche sui Social Network

Cambi di turni per i dipendenti della Ecocar a Caserta, Martucci denuncia: `Colpiti solo gli iscritti Fiadel, pronte le denunce`

11 / 06 / 2013

|

Redazione

Stampa l'articolo


Invia l'articolo


Scoppia di nuovo la polemica sul cantiere dell’Ecocar a Caserta, la società che si occupa della raccolta rifiuti del Capoluogo. “Ci sono pervenute – afferma Elpidio Martucci della Fiadel - diverse lamentele da parte di molti dipendenti del Cantiere di Caserta circa spostamenti, cambi turni, senza rispettare il contratto di categoria. Inoltre risulta che da diversi anni vi siano alcuni lavoratori sempre impiegati di notte (quando sarebbe possibile una turnazione con colleghi che svolgono le stesse mansioni di giorno) e alcuni da molti mesi non hanno nemmeno il riposo compensativo, lavorando sempre anche di domenica. Ci risulta poi che qualche dipendente sia presente a lavoro, nella stessa giornata, sia ad inizio turno dalle 4.00 alle 10.00 e sia, con tanto di firma, dalle 06.00 alle 12.00. Ricordiamo all’azienda che all’art.17, paragrafo 6 “L’orario giornaliero di lavoro viene stabilito dall’azienda con apposito ordine di servizio, dopo esame congiunto con le rappresentanze sindacali” e pertanto siamo disponibili, visto che l’azienda, attraverso i responsabili del cantiere, Bruno Di Nardo e Giuseppe Zampella da qualche giorno sta effettuando tutta una serie di spostamenti e mutamento di orari, ad incontrarci per una rimodulazione del servizio, anche congiuntamente alle altre organizzazioni sindacali firmatarie del contratto di categoria. Ribadiamo infatti, che questi spostamenti appaiono quantomeno sospetti in quanto sono stati rivolti in maggioranza a dipendenti che da poco si sono iscritti alla Fiadel. Questo tipo di comportamento, per il quale stiamo approntando una seria documentazione, se verificato, sarà prontamente denunciato alla magistratura ordinaria, alla Guardia di Finanza e all’ispettorato del lavoro. Comprendiamo bene che i vertici aziendali da Pomezia possono non aver contezza di alcuni meccanismi che i dipendenti subiscono da anni e che noi non siamo più disponibili a sopportare, in quanto la misura è colma. Altri successivi atti, cambi orario, eventuali minacce e ritorsioni ai nostri iscritti saranno subito segnalate ai carabinieri e all’autorità giudiziaria ricordando a chi li mettesse in atto, che procederemo anche a livello penale, il che, ove mai comprovati tali atteggiamenti dinnanzi al giudice, avrebbero gravi ripercussioni su chi li pone in essere, compreso il licenziamento, a cui l’azienda sarà obbligata in quanto non potrà consentire a qualcuno di esser un ras. La dignità del lavoratore deve essere sempre e comunque preservata, sia dalle organizzazioni sindacali, che nascono con questo scopo, sia della stessa ditta, che in appalto pubblico non di certo si può consentire che ci sia qualcuno che faccia il caporale di giornata. Avendo conosciuto i vertici aziendali presso la sede di Pomezia, siamo convinti che sarà la stessa azienda a prendere provvedimenti tesi a scongiurare che tali atteggiamenti siano ancora perpetrati.
ecocar rifiuti caserta elpidio martucci elpidio martucci fiadel
© Riproduzione Riservata

POTREBBE INTERESSARTI

clicca qui per ridurre


ARTICOLI CORRELATI

Seguici


Per offrirti il miglior servizio possibile il giornale utilizza cookies. Continuando la navigazione nel sito autorizzi l’uso dei cookies.