Continua a seguire NOI CASERTA anche sui Social Network

Cambio Euro Dollaro: le quotazioni in tempo reale

12 / 06 / 2019

|

Redazione

Stampa l'articolo


Invia l'articolo


In questi tempi di incertezze finanziarie non sono pochi i traders che si domandano quale direzione potrebbe prendere il cambio euro dollaro nei prossimi mesi. Il 2019 potrebbe essere un anno molto particolare per la coppia di valute più famosa al mondo e per questo l’asset va tenuto costantemente sotto controllo.

La coppia di recente ha subito forti oscillazioni e questo a causa delle riunioni della BCE e di quelle della Federal Reserve, ovvero le due banche centrali rispettivamente europea e degli Stati Uniti. Nella prima occasione le quotazioni sono precipitate a 1,11.

Mario Draghi ha rimandato il primo rialzo dei tassi di interesse e ha annunciato un nuovo round di TLTRO, invece quando è entrata in scena la Federal Reserve il cambio ha recuperato portandosi di nuovo a quota 1,14. Ma per il resto del 2019 cosa è lecito aspettarsi?

Stando al grafico del cambio euro dollaro di MeteoFinanza.com il trend di mercato sembra essere assolutamente in fase laterale senza alcuno scossone in vista. La quotazione si aggira ancora intorno a 1,13, quindi per capire cosa accadrà nei prossimi mesi una buona idea può essere quella di affidarsi alle parole degli analisti più importanti.

Morgan Stanley: cosa pensa del cambio euro dollaro?

La banca d’affari statunitense dichiara da diverso tempo che presto i fattori che hanno determinato l’andamento del dollaro inizieranno a perdere forza e tra questi bisogna assolutamente annoverare:

  • Il rallentamento delle economie al di fuori degli Stati Uniti, parametro importante da tenere sempre in considerazione.
  • Il protezionismo, grave piaga che alla fine grava anche sul prezzo del dollaro, soprattutto a causa delle decisioni di Donald Trump.
  • La politica monetaria inoltre rischia di continuare a indebolire il dollaro ma su alcune decisioni la Federal Reserve non può tornare indietro.
  • La riforma fiscale in vista da parte di Donald Trump potrebbe ancora una volta rimescolare le carte in sfavore del biglietto verde, ma questo è da vedere.

Nel 2018 molti di questi fattori si erano rivelato positivi per il prezzo del dollaro e quindi la quotazione dell’euro dollaro si era di molto indebolita. Ma ormai gli effetti della riforma fiscale sono quasi del tutto svaniti e quindi smetteranno di pesare nelle quotazioni. La Fed intanto ha invertito la rotta mentre i timori di protezionismo vanno affievolendosi. L’America ha bisogno degli scambi con la Cina.

Cosa dice OCBC?

Tra gli elementi più importanti che ci sono da considerare c’è il fronte del rallentamento economico della zona euro e questo è un fronte di grande preoccupazione per la Banca Centrale Europea. Secondo gli esperti di OCBC presto le quotazioni dell’euro dollaro potrebbero toccare il fondo nel 2019.

JP Morgan dal canto suo in precedenza si era già espressa sull’argomento. Qui è stato studiato a fondo l’impatto dell’Italia sul cambio Euro Dollaro e avevano formulato alcune stime sulla fine del 2018 prendendo in considerazione due fattori in particolare:

  1. Continua divergenza di breve termine tra USA e Europa
  2. Forti tensioni sui conti italiani

Nel 2019 tuttavia JP Morgan prevede una salita a quota 1,19 del quadro. Staremo a vedere e monitoreremo la situazione.

cambio trading
© Riproduzione Riservata

POTREBBE INTERESSARTI

clicca qui per ridurre


ARTICOLI CORRELATI

Seguici


Per offrirti il miglior servizio possibile il giornale utilizza cookies. Continuando la navigazione nel sito autorizzi l’uso dei cookies.