Continua a seguire NOI CASERTA anche sui Social Network

Camorra. Colpi di pistola contro i negozi sull'Appia. Imprenditore accoltellato: aveva denunciato il capoclan

11 / 02 / 2015

|

Redazione

Stampa l'articolo


Invia l'articolo


I gruppi criminali di Portico e Santa Maria Capua Vetere avevano come modus operandi delle azioni di carattere estremamente violento. E' quanto hanno scoperto i carabinieri che questa mattina hanno arresto 20 persone nell'indagine sui clan Belforte, Bifone e Petruolo (LEGGI QUI). Avevano a disposizioni ingenti somme di denaro grazie allo spaccio di droga che utilizzavano per l'usura. Ci sono poi episodi di estorsioni, con esplosione di colpi di pistola contro le serrande dei negozi della Nazionale Appia che non volevano pagare. C'è poi l'episodio del tentato omicidio di un imprenditore che aveva denunciato e fatto condannare Antonio Bifone. Il capoclan di Portico chiese al 'collega' di Santa Maria Capua Vetere Salvatore Amato di vendicarlo. La vittima fu ferita a coltellate in un cantiere a Napoli. Volevano ucciderlo ma non vi riuscirono.

marcianise camorra clan belforte arresti commercianti attentato
© Riproduzione Riservata

POTREBBE INTERESSARTI

clicca qui per ridurre


ARTICOLI CORRELATI

Seguici


Per offrirti il miglior servizio possibile il giornale utilizza cookies. Continuando la navigazione nel sito autorizzi l’uso dei cookies.