Continua a seguire NOI CASERTA anche sui Social Network

CAMORRA & CEMENTO | L' imprenditore Izzo si costituisce in carcere

26 / 06 / 2018

|

Redazione

Stampa l'articolo


Invia l'articolo


Ieri sera l’imprenditore di San Felice a cancello, Clemente Izzo, condannato dalla Corte di Cassazione si è costituito in un carcere, accompagnato dal legale di fiducia.

Izzo, imprenditore nei settori del cemento e della ristorazione, è stato condannato in Appello a 5 anni e 5 mesi di reclusione, pena confermata dalla corte di Cassazione, per concorso esterno al clan Belforte insieme a quelle dei Minutolo di San Nicola La Strada.
 
Era imputato nei processi che ha riguardato i rapporti tra il clan Belforte e altri imprenditori della provincia di Caserta: Clemente Izzo di San Felice a Cancello, Sebastiano e Franco Minutolo di San Nicola La Strada.
La Corte di Cassazione che ha respinto i ricorsi , presentati dai loro avvocati contro la sentenza della Corte di Appello di Napoli che, per quanto riguarda Clemente Izzo, aveva riformato quella di primo grado, abbassando la pena da 8 a 5 anni e 5 mesi mentre per quel che riguarda i fratelli Minutolo aveva confermato la condanna di primo grado a 6 anni.

Le condanne diventano definitive e siccome per quanto riguarda i Minutolo, il tempo trascorso tra prigione e domiciliari in fase preventiva non è stato lunghissimo, e per questo che si sono aperte le porte del carcere.  

 
caserta san felice a cancello clemente izzo
© Riproduzione Riservata

POTREBBE INTERESSARTI

clicca qui per ridurre


ARTICOLI CORRELATI

Seguici


Per offrirti il miglior servizio possibile il giornale utilizza cookies. Continuando la navigazione nel sito autorizzi l’uso dei cookies.