Continua a seguire NOI CASERTA anche sui Social Network

Camorra e politica. Dissequestrati i beni dell'imprenditore Mario Natale

13 / 12 / 2014

|

Redazione

Stampa l'articolo


Invia l'articolo


Il Tribunale del Riesame ha dissequestrato i beni di Mario Natale, l’imprenditore di Casal di Principe arrestato lo scorso 18 novembre in un’inchiesta della Dda partenopea. Natale, già consigliere comunale a Santa Maria Capua Vetere, era stato poi scarcerato il 4 dicembre a seguito del ricorso dei suoi avvocati Carlo Taormina ed Alessandro Diana, dopo che il loro assistito era stato indagato e arrestato con l’accusa di associazione a delinquere di stampo camorristico in quanto ritenuto affiliato al clan dei Casalesi e per il delitto di intestazione fittizia di beni. Una situazione in cui Natale era già incappato: per l’imprenditore è infatti la seconda scarcerazione e il terzo dissequestro di beni, tanto da ricevere un risarcimento per ingiusta detenzione 4 anni fa.

 

A finire nel provvedimento di dissequestro sono finite diverse proprietà intestate ai paranti: un terreno diviso in 55 particelle a Sessa Aurunca, 41 ville, appartamenti e box auto, 16 auto, 13 società, 5 ditte individuali, 15 quote societarie, il tutto per un valore complessivo di circa 50 milioni di euro.

casal di principe mario natale imprenditore dissequestro camorra arresto
© Riproduzione Riservata

POTREBBE INTERESSARTI

clicca qui per ridurre


ARTICOLI CORRELATI

Seguici


Per offrirti il miglior servizio possibile il giornale utilizza cookies. Continuando la navigazione nel sito autorizzi l’uso dei cookies.