Continua a seguire NOI CASERTA anche sui Social Network

CAMORRA IN OSPEDALE Il capitano ricostruisce gli accordi tra le ditte vicine ai Casalesi

16 / 05 / 2016

|

Redazione

Stampa l'articolo


Invia l'articolo


Il modus operandi di come venivano organizzate le gare, gli affidamenti diretti del dirigenti, gli accordi sottobanco tra le varie ditte incaricate: si è incentrata su questo la testimonianza del capitano dei carabinieri Gargiulo che oggi ha continuato la sua deposizione nel corso del processo sulle infiltrazioni camorristiche all'ospedale di Caserta. Una ricostruzione, quella del militare, incentrata sul dirigente dell'Unità operativa dei Lavori pubblici affidata a Bartolomeo Festa che, secondo l'accusa, preparava gare ad hoc per le ditte in odore di camorra, attraverso l'intermediazione di Francuccio Zagaria, marito defunto di Elvira Zagaria, sorella del capoclan Michele. Nel processo sono imputati Remo D'Amico, 57 anni; Elvira Zagaria, 49 anni, sorella del boss Michele; Raffaele Donciglio, imprenditore e socio R.D Costruzioni, 47 anni; il dirigente dell'Unità operativa ospedaliera di Caserta Bartolomeo Festa, 65 anni; Vincenzo Cangiano, imprenditore e socio Edoiea Srl, 32 anni; Orlando Cesarini, imprenditore e socio Odeia Srl. 68 anni; Domenico Ferraiuolo, imprenditore e socio Odeia Srl, 39 anni; Gabriele D'Antonio, amministratore unico Odeia Srl, 46 anni; Luigi Iannone, imprenditore, 37 anni; Antonio Della Mura, imprenditore, 56 anni; Roberto Franchini, consulente Ivs Italia, 54 anni; l'ex direttore amministrativo dell'Asl di Caserta Giuseppe Gasparin, 64 anni; il dipendente dell'ospedale di Caserta Antonio Maddaloni, 37 anni; il dipendente dell'ospedale di Caserta Paolo Martino, 46 anni; Mario Palombi, imprenditore, 51 anni; l'ex consigliere regionale Angelo Polverino, 57 anni; Giuseppe Porpora, imprenditore e socio Komè Srl, 45 anni; il dipendente dell'ospedale di Caserta Rocco Ranfone, 44 anni; il dipendente dell'ospedale di Caserta Giuseppe Raucci, 58 anni; il dipendente dell'ospedale di Caserta Umberto Signoriello, 45 anni, (ex assessore del Comune di Maddaloni); Giancinto Basilicata, 57 anni, di Caserta; Gerardo Covi, 48 anni di Casoria; Alfonso Cutillo, 51 anni di San Nicola la Strada; Ida De Palma, 50 anni di San Bartolomeo in Galdo (Benevento); Giuseppe Piccolo, 35 anni, Casapesenna; Domenico Silvano Ricciuto, 51 anni di Caserta; Nicola Tufarelli, 49 anni di Pompei.  L'udienza è stata poi rinviata per il controinterrogatorio da parte dei legali difensori. Nel processo sono impegnati, tra gli altri, gli avvocati Giuseppe Stellato, Iannettone, Quaranta, Marco Carleo, Vittorio Giaquinto, Massimo Garofalo e Dezio Ferraro.

caserta ospedale bartolomeo festa capitano gargiulo camorra
© Riproduzione Riservata

POTREBBE INTERESSARTI

clicca qui per ridurre


ARTICOLI CORRELATI

Seguici


Per offrirti il miglior servizio possibile il giornale utilizza cookies. Continuando la navigazione nel sito autorizzi l’uso dei cookies.