Continua a seguire NOI CASERTA anche sui Social Network

CAMORRA & POLITICA | I pentiti svelano gli accordi elettorali: ci sono altri 2 indagati. I NOMI

13 / 12 / 2018

|

Redazione

Stampa l'articolo


Invia l'articolo


Sono i pentiti ad accendere la luce sul ruolo della famiglia Esposito nelle elezioni amministrative di Maddaloni. E’ quanto emerge nell’ordinanza che ha portato all’arresto dei fratelli Teresa, Giovanni ed Eduardo Esposito e della mamma Carmela Di Caprio, finiti tutti e quattro ai domiciliari nell’ambito di un’inchiesta della Dda per corruzione elettorale che ha coinvolto anche il sindaco di Maddaloni Andrea De Filippo, indagato a piede libero insieme all’imprenditore Salvatore Esposito (titolare della Medigas) e ad Enrico Pisani, funzionario del Comune.

Nel registro degli indagati è finita anche un’ottava persona, Nunzia Di Donato, alla quale sarebbe stata promessa un’assunzione in cambio dell’appoggio elettorale alle elezioni del giugno scorso.

I pentiti che chiamano in causa la famiglia del boss Antonio Esposito detto ‘o sapunar sono Michele Lombardi e Yuri La Manna, che riferiscono delle attività politiche di Teresa Esposito (che fu eletta già nel 2017 con Andrea De Filippo), a cui si aggiunge Antonio Farina che parla soprattutto di Eduardo Esposito.

 

elezioni maddaloni camorra andrea de filippo maddaloni
© Riproduzione Riservata

POTREBBE INTERESSARTI

clicca qui per ridurre


ARTICOLI CORRELATI

Seguici


Per offrirti il miglior servizio possibile il giornale utilizza cookies. Continuando la navigazione nel sito autorizzi l’uso dei cookies.