Continua a seguire NOI CASERTA anche sui Social Network

Baracche, rifiuti e topi: ecco l'inferno dove una 12enne ha rischiato di essere violentata

13 / 11 / 2016

|

Giuseppe Perrotta

Stampa l'articolo


Invia l'articolo


Baracche in una lingua di terreno abbandonata tra Caserta e Maddaloni, con rifiuti e topi ovunque: è questo il luogo dove si stava consumando il dramma per una 12enne finita nel mirino delle voglie sessuali di un orco che ha provato a violentarla in un bagno. E’ qui che la ragazzina è stata aggredita, picchiata e solo per miracolo è riuscita a fuggire al suo orco trovando riparo, dopo una corsa folle a piedi, nella caserma dei carabinieri di Maddaloni, dove è giunta sanguinante, col volto che urlava la paura vissuta. Ai militari ha raccontato quello che le stava per accadere con l’aggressione subita nel campo rom distante poche centinaia di metri e la sua fuga a piedi. Quando i carabinieri hanno fatto irruzione nel campo rom dove vivono una sessantina di persone hanno avuto non poche difficoltà per prelevare l’aggressore, un 45enne, coi suoi ‘sodali’ che cercavano di difenderlo ed evitare l’arresto. Ma stavolta gli è andata male.

maddaloni campo rom caserta violentata arrestato carabinieri
© Riproduzione Riservata

POTREBBE INTERESSARTI

clicca qui per ridurre


ARTICOLI CORRELATI

Seguici


Per offrirti il miglior servizio possibile il giornale utilizza cookies. Continuando la navigazione nel sito autorizzi l’uso dei cookies.