Continua a seguire NOI CASERTA anche sui Social Network

Caos a Mondragone, Miraglia (Pdl) mette Napolitano ed il Nuovo Psi spalle al muro: ci dicano con chi stanno

06 / 04 / 2013

|

Redazione

Stampa l'articolo


Invia l'articolo


Il consigliere comunale Gerardo Napolitano scrive un memoriale chiedendo ufficialmente al sindaco di Mondragone Giovanni Schiappa l’azzeramento della giunta ed un cambio di passo. Un diktat che la maggioranza di centrodestra ed in particolare il Pdl, partito di maggioranza, non sembra aver apprezzato. A tal punto da spingere il coordinatore cittadino del Pdl Ermanno Miraglia a chiedere una posizione ufficiale. “Fa molta simpatia leggere il memoriale di cinque pagine con cui il consigliere di maggioranza Gerardo Napolitano paventa una sua presa di posizione e di distanza da ogni iniziativa politica messa in atto da questa maggioranza, minacciando una fuoriuscita dalla stessa - sua e del NPSI - in mancanza di un totale azzeramento della giunta comunale. Il consigliere Napolitano – aggiunge Napolitano - già in passato ha dimostrato di saper leggere molto bene i numeri relativi alla conta dei consiglieri e degli assessori, e poco, decisamente poco bene, quelli relativi ad ogni altro dato gestionale o politico che a lui non convenga. Così come, in passato ha già dimostrato di adottare una linea nelle riunioni di maggioranza ed una linea completamente diversa a mezzo stampa e nelle relazioni con le altre formazioni politiche, sia di maggioranza che di opposizione. Il tutto, accanto alla spontanea ilarità, desta qualche preoccupazione ai rappresentanti del Popolo della Libertà di Mondragone, in quanto non si riesce più a comprendere con la necessaria razionalità se confrontarsi con Dott. Jekyll o con Mr. Hyde. Preoccupazione che purtroppo siamo costretti ad estendere alla formazione politica ufficialmente rappresentata dal consigliere Napolitano, se si considera che il NPSI adotta una posizione diversa nei confronti del PdL Mondragonese a seconda del livello rappresentativo interrogato.  Siamo costretti a chiedere, quindi, con rinnovata stima e simpatia, un'assunzione di responsabilità non soltanto a chi rappresenta a Mondragone un'idea, un logo, un'area partitica ma, soprattutto, a chi rappresenta con maggiori meriti ai livelli superiori un logo, un'area partitica o magari il partito nella sua interezza, atteso che siamo ancora disposti a riconoscere il NPSI su tutti i livelli rappresentativi purché ci chiariscano quale maschera decidono unitariamente di indossare”.
comune mondragone gerardo napolitano ermanno miraglia ermanno miraglia sindaco schiappa
© Riproduzione Riservata

POTREBBE INTERESSARTI

clicca qui per ridurre


ARTICOLI CORRELATI

Seguici


Per offrirti il miglior servizio possibile il giornale utilizza cookies. Continuando la navigazione nel sito autorizzi l’uso dei cookies.