Continua a seguire NOI CASERTA anche sui Social Network

Reddito minimo, 2 consiglieri presentano la delibera in Consiglio

25 / 01 / 2016

|

Redazione

Stampa l'articolo


Invia l'articolo


I consiglieri comunali di Capua Pasquale Frattasi (gr. Misto – Capua Bene Comune) e Antonio Gucchierato (gruppo Centrosinistra) hanno presentato una proposta di delibera da inserire nell’ordine del giorno del prossimo Consiglio Comunale, a sostegno  della proposta di legge regionale ad iniziativa popolare: “Istituzione del reddito minimo garantito”. 

LA PROPOSTA DI DELIBERA

Premesso che: il 28 ottobre, secondo le procedure previste dallo statuto regionale e dalla legge regionale n. 4 del 17/01/1975, è partita la raccolta di firme per la presentazione in Regione Campania di una proposta di legge regionale d’iniziativa popolare per l’ “Istituzione del reddito minimo garantito”. 

Entro fine febbraio, ai sensi dell’ art. 12 co. 1, dello Statuto regionale, bisogna raccogliere almeno 10.000 firme, ma si intende, da parte del vasto arco di forze sindacali, politiche e sociali promotore della raccolta, ricevere anche l’adesione di Consigli comunali che chiedano alla Regione di discutere il testo di legge, che si propone di implementare, con uno strumento di sostegno al reddito tendenzialmente universale e senza caratteri assicurativi.

RITENUTO CHE  tale progetto di legge sia meritevole di apprezzamento e sostegno, per le seguenti motivazioni: la grave crisi economica che investe il nostro paese mette a nudo l’inadeguatezza, se non la vera e propria mancanza, di strumenti di welfare e di contrasto alla povertà e all’esclusione sociale, capaci di rispondere alle profonde modificazioni strutturali della nostra economia e del sistema sociale di protezione individuale e familiare; il grave periodo di recessione economica e finanziaria è particolarmente prolungato nelle Regioni meridionali giunte al settimo anno consecutivo di recessione; la proposta di legge regionale di iniziativa popolare si pone l’obiettivo di assicurare, ad ogni persona residente nel proprio territorio, mezzi economici ed opportunità sociali, professionali, culturali e lavorative sufficienti a garantirle una dignitosa esistenza, considerando il reddito minimo garantito quale elemento costitutivo dei diritti fondamentali dei residenti, e asse portante del nuovo welfare locale;

CONSIDERATO CHE, in base al testo della proposta di legge: il reddito minimo garantito consiste in erogazione monetaria diretta e prestazioni indirette;  fondamentale sarà anche il ruolo del Comune nella gestione delle erogazioni proposte

IL CONSIGLIO COMUNALE

esprime la condivisione per la proposta di legge regionale d’iniziativa popolare per l’ “Istituzione del reddito minimo garantito”, alla quale andrà data la massima diffusione presso la sede municipale, al fine di agevolarne la sottoscrizione da parte degli elettori; aderisce a tale proposta e chiede alla Regione, ai sensi dell’ art. 12, co. 2, dello statuto regionale,  di discutere il testo di legge, che si propone di  implementare, con uno strumento di sostegno al reddito non categoriale, il sistema di protezione sociale universalistico.

IL CONSIGLIO  COMUNALE

VISTA la proposta di deliberazione ad oggetto: Proposta di legge regionale d’iniziativa popolare “ISTITUZIONE DEL REDDITO MINIMO GARANTITO” 

D E L I B E R A 

Di  approvare   la sopra riportata proposta di legge regionale di iniziativa popolare,  qui allegata come parte integrante del presente atto per l’ immediato invio al Presidente del Consiglio Regionale della Campania per gli adempimenti di competenza.

capua reddito minimo frattasi gucchierato delibera consiglio
© Riproduzione Riservata

POTREBBE INTERESSARTI

clicca qui per ridurre


ARTICOLI CORRELATI

Seguici


Per offrirti il miglior servizio possibile il giornale utilizza cookies. Continuando la navigazione nel sito autorizzi l’uso dei cookies.