Continua a seguire NOI CASERTA anche sui Social Network

Casapulla entra nella famiglia ‘Labsus’, nel prossimo consiglio la ratifica del regolamento

19 / 11 / 2014

|

Redazione

Stampa l'articolo


Invia l'articolo


Il Comune di Casapulla entra nella famiglia 'Labsus'. Durante il prossimo consiglio comunale, che si terrà il 28 novembre, sarà ratificato definitivamente il regolamento, che è stato approvato durante la riunione dell'apposita Commissione che si è tenuta nel pomeriggio di martedì scorso. L'occasione per formalizzare l'ingresso di Casapulla nel 'Labus' c'è stata questa mattina, quando, presso la Reggia Borbonica di Carditello, si è tenuto il Forum 'Giornata dei Beni Comuni', organizzato da Agenda 21 per il Real Sito di Carditello e Regi Lagni. Proprio in occasione dell'incontro di questa mattina, i Comuni di Casal di Principe, San Tammaro e Santa Maria Capua Vetere hanno adottato il Regolamento sulla collaborazione fra cittadini e amministrazioni per la cura dei beni comuni urbani. Adesso tocca a Casapulla. "Quando ci siamo insediati lo scorso mese di maggio – ha affermato il sindaco Michele Sarogni – avevamo espresso la volontà di coinvolgere maggiormente i cittadini e le associazioni. Il regolamento 'Labsus', che racchiude in se proprio l'idea di collaborazione tra popolazione e amministrazione per la cura dei beni comuni urbani, ci ha trovato subito favorevoli e per questo abbiamo deciso di aderire al progetto". Sarogni, inoltre, ha candidato Casapulla a prossima sede del forum dei comuni aderenti, durante il quale saranno tirate le somme e verificato quanto è stato fatto.

casapulla labsus progetto beni culturali conservazione michele sarogni
© Riproduzione Riservata

POTREBBE INTERESSARTI

clicca qui per ridurre


ARTICOLI CORRELATI

Seguici


Per offrirti il miglior servizio possibile il giornale utilizza cookies. Continuando la navigazione nel sito autorizzi l’uso dei cookies.

     
http://api.viralize.tv/vast/?zid=AABDjcQFjsvezgFO&u=noicaserta.it