Continua a seguire NOI CASERTA anche sui Social Network

Caseificio degli orrori. Latte irrintracciabile e rifiuti nella struttura, i Nas mettono i sigilli

29 / 01 / 2015

|

Redazione

Stampa l'articolo


Invia l'articolo


I carabinieri del Nas di Caserta, in collaborazione col servizio veterinario dell’Asl locale, nel corso di un’ispezione ad un caseificio della provincia ha rinvenuto e sequestrato 5mila litri di latte bufalino conservato in una cella frigo abusiva, che veniva sottoposto a processo di congelamento senza l’utilizzo delle attrezzature necessarie a garantire la sicurezza del prodotto. I controlli hanno permesso di stabilire che non erano state rispettate le norme a garanzia della tracciabilità del prodotto per cui risultava ignota la provenienza e l’origine del latte, nonché le date e le modalità di pagamento.

Nel corso degli accertamenti i carabinieri hanno accertato che nel caseificio da diversi mesi non si effettuavano le prescritte analisi di autocontrollo sulla salubrità del prodotto, che i locali erano in carenti condizioni igienico-strutturali per la presenza di estese macchie di umidità e cumuli di rifiuti non rimossi da tempo.

Per tali ragioni l’attività produttiva è stata sospesa e sono state elevate sanzioni amministrative per diverse migliaia di euro.  

caserta nas caseificio sequestro mozzarella rifiuti
© Riproduzione Riservata

POTREBBE INTERESSARTI

clicca qui per ridurre


ARTICOLI CORRELATI

Seguici


Per offrirti il miglior servizio possibile il giornale utilizza cookies. Continuando la navigazione nel sito autorizzi l’uso dei cookies.