Continua a seguire NOI CASERTA anche sui Social Network

Caserta, ecco tutte le donne della Commissione Pari Opportunità. La Cicia piazza l`amica del cuore. C`è anche la Modestino

21 / 01 / 2014

|

Redazione

Stampa l'articolo


Invia l'articolo


Habemus commissione Pari opportunità, o quasi. Insomma, la famigerata quadra finalmente è stata trovata. Ci sono voluti ben due anni, prima che il parlamentino di Piazza Vanvitelli arrivasse al traguardo. Martedì pomeriggio l’ultimo tentativo, fortunatamente andato a buon fine, in sede di vertice bipartisan tra i vari capigruppo, dove è stata calata la lista delle nove donne che oggi, durante il consiglio comunale, saranno nominate componenti della Commissione in questione. Non c’è che dire: in questa vicenda, i vari gruppi consiliari, in particolar modo la maggioranza, ha dato il peggio di sé: tra veti vari e sgambetti interni, che hanno impedito la formazione dell’organismo che dovrà occuparsi di formulare progetti per realizzare le pari opportunità a favore dei soggetti svantaggiati, si è perso del tempo prezioso e forse, chissà, anche qualche finanziamento provvidenziale. Sia chiaro, i nove nomi su cui tutti i gruppi hanno trovato l’accordo, potrebbe anche subire variazioni; del resto si sa, quando si tratta di occupare ‘posti al sole’, anche se non remunerati, a Palazzo Castropignano il savoir fair diventa mero optional. Ma andiamo a svelare l’arcano, mettendo il naso in un elenco che i consiglieri comunali tutti hanno tenuto stretto in petto per evitarne la diffusione prima del civico consesso. La spunta Lucrezia Cicia che è riuscita a piazzare l’amica Daniela Pizza esponente della Consulta della conurbazione casertana. Con il nome di Stefania Modestino, sono stati presi due piccioni con una fava, nel senso che sono stati accontentati sia l’Mpa, proponente della prof del Diaz nonché presidente dell’associazione Progetto solidarietà; dovrebbe essere dentro anche Daniela Dello Buono del Codacons, sponsorizzata da Caserta Più. Due i nomi calati dall’Udc, che alla riunione di martedì è stata rappresentata dal consigliere Acconcia: si tratta dell’ingegner Renata Tecchia e dell’avvocato Drusilia De Nicola di Spazio Donna. Porte aperte della commissione anche per Irma Hilili in rappresentanza del Cidis onlus, in quota Npsi. Per l’opposizione, da quel po’ che si apprende, pare che la quadra è stata trovata sul nome di Mirella Corvino, presidente dell’associazione Angeli, nonché sorella del consigliere Pasquale, e su Maria Rosaria Iacono di Italia Nostra in quota Pd. Resterebbe a bocca asciutta, invece, il consigliere Ferdinando Piscitelli e il collega Saverio Russo che, nonostante abbiano lottato con le unghie e con i denti per avere la propria componente, sono dovuti entrare indietro a mani vuote. Entrano di diritto, invece, le consigliere Lucrezia Cicia e Angela Valentino, e poi Angela Vecchione per il settore Servizio sociali del comune; Aurelia Luciano in rappresentanza dell’Asl; la preside Adele Vairo per conto dell’Ufficio scolastico regionale; Maria De Marco per la Cgil Caserta; Annamaria Schiavone in rappresentanza della Cisl ed infine Angela Capasso per la Uil. La presidenza pro tempore sarà affidata all’assessore al ramo, Vincenzo Mario Ferraro, nell’attesa che la commissione ottemperi alla nomina. E ne vedremo delle belle…
caserta commissione pari opportunita lucrezia cicia lucrezia cicia stefania modestino
© Riproduzione Riservata

POTREBBE INTERESSARTI

clicca qui per ridurre


ARTICOLI CORRELATI

Seguici


Per offrirti il miglior servizio possibile il giornale utilizza cookies. Continuando la navigazione nel sito autorizzi l’uso dei cookies.