Continua a seguire NOI CASERTA anche sui Social Network

`Caserta ha perso un vescovo lungimirante che sognava una Chiesa migliore`

01 / 10 / 2013

|

Redazione

Stampa l'articolo


Invia l'articolo


E' trascorsa una settimana da quando, col cuore in mano, abbiamo accolto la notizia della dipartita del nostro amato vescovo Pietro. Una notizia che mi ha colpito e che, al tempo stesso, ha riportato alla mia memoria gli incontri, le chiacchierate ed i momenti trascorsi insieme. Ma, soprattutto, mi ha riportato alla mente la visione lungimirante che don Pietro aveva per la sua chiesa. Fin dal suo insediamento aveva avuto idee chiare: la Chiesa, ed i parroci in primis, avrebbero dovuto tornare a diventare un punto di riferimento per una società che si sta perdendo, stritolata dalle pressioni di un consumismo feroce, che non permette di guardare al futuro con cuore e speranza. Ecco, cuore e speranza. Erano questi le stelle polari del nostro vescovo. Con la gioia nel cuore aveva accolto la notizia della sua nomina a vescovo di Caserta, felice di poter essere la guida spirituale della sua diocesi. Col cuore in mano si è presentato alla sua città nel giorno del suo insediamento, festeggiato ed osannato. Aveva una grande speranza, don Pietro. Sperava di poter riportare la Chiesa ad essere la stella polare della società moderna. Attraverso un riavvicinamento alla gente comune. Ed aveva ben chiaro in testa il percorso da portare a compimento. Qualcosa aveva anche iniziato a farlo, soprattutto nelle parrocchie. Voleva sacerdoti a tempo pieno, che si dedicassero corpo ed anima ai propri fedeli. Voleva fare tanto, don Pietro, ma il Signore l'ha richiamato a sé troppo presto. Oggi, nonostante il dolore sia ancora forte, noi aspettiamo la nuova guida spirituale della diocesi, alla stregua di quanto fece don Pietro: cuore e speranza. Per un futuro migliore, per la Chiesa ed i suoi fedeli.
Donato Affinito, assessore alla Provincia di Caserta
caserta vescovo pietro farina morto morto donato affinito
© Riproduzione Riservata

POTREBBE INTERESSARTI

clicca qui per ridurre


ARTICOLI CORRELATI

Seguici


Per offrirti il miglior servizio possibile il giornale utilizza cookies. Continuando la navigazione nel sito autorizzi l’uso dei cookies.