Continua a seguire NOI CASERTA anche sui Social Network

La Reggia entra a far parte di Artecard contemporaneo

11 / 02 / 2016

|

Carla Caputo

Stampa l'articolo


Invia l'articolo


Grande opportunità per il turismo casertano. La Reggia di Caserta entra a far parte, insieme al Museo MADRE, del circuito “Artecard Contemporaneo”. Un progetto innovativo, presentato oggi a Milano nell’ambito della Borsa Internazionale del Turismo 2016, che rende particolarmente orgoglioso il direttore Mauro Felicori che ha puntato molto sull’arte contemporanea sin da quando si è ufficialmente insediato a Caserta. Dal primo giugno infatti, il piano nobile della reggia vanvitellia, liberato dall’Aeronautica, ospiterà una mostra permanente di opere di Gilbert e George, Andy Warhol, Robert Rauschenberg, Julian Schnabel, degli artisti italiani Carlo Alfano, Mario Merz, Mimmo Palladino, Michelangelo Pistoletto ed Emilio Vedova. Questa è stata certamente la principale ragione che ha spingo la società campana beni culturali ad inserire la Reggia di Caserta nel circuito Artecard Contemporaneo. L’inserimento della Reggia in un circuito museale con il Museo MADRE di Napoli, riconosciuto dalla rivista Artribune come miglior museo contemporaneo d'Italia, apre nuovi orizzonti al turismo casertano che può da oggi vantare progetti ambiziosi, primo fra tutti esser parte di una card che risponde alla richiesta sempre maggiore di prodotti integrati tra mobilità, accessi museali e servizi. Uno degli esempi più riusciti in Europa. Del resto, arriva proprio in queste ore, la notizia dell'ingresso nel circuito del Polo Museale Campano di due siti della provincia di Caserta, l'Anfiteatro Campano e il Museo Archeologico di Teano. Un chiaro segnale della ripresa del turismo casertano e in particolare della Reggia di Caserta che ritrova l'antico splendore e si riappropria della sua estrema importanza storica e culturale.

caserta turismo artecard contemporaneo felicori reggia
© Riproduzione Riservata

POTREBBE INTERESSARTI

clicca qui per ridurre


ARTICOLI CORRELATI

Seguici


Per offrirti il miglior servizio possibile il giornale utilizza cookies. Continuando la navigazione nel sito autorizzi l’uso dei cookies.