Continua a seguire NOI CASERTA anche sui Social Network

L’Asl Caserta prima azienda a completare percorso formativo ‘Valutazione di Impatto sulla Salute’

14 / 09 / 2016

|

Valentina Martinisi

Stampa l'articolo


Invia l'articolo


La necessità di valutare correttamente, ai fini autorizzativi, gli insediamenti industriali che potrebbero presentare (a causa delle materie trattate, e/o delle emissioni) potenziale rischio per la popolazione e l’evoluzione della normativa europea e nazionale che prevede l’implementazione della  VIS (Valutazione di Impatto sulla Salute  o HIA – Health Impact Assessment), hanno reso necessaria l’applicazione di un approccio metodologico corretto e tale da consentire l’identificazione di tutti i possibili impatti delle strutture/attività sotto esame nei confronti delle popolazioni direttamente ed indirettamente esposte, al fine di emanare prescrizioni e raccomandazioni utili per determinarne la “mitigazione”. Per soddisfare tale esigenza l’Asl Caserta ha stipulato un “Accordo di Collaborazione” formale con Ministero della Salute, ed è l’ Asl tramite la quale la Regione Campania ha partecipato al Progetto  t4HIA organizzato dal Ministero della Salute, ISS-CCM, CNR, ISPRA. La partecipazione ha comportato un training per la formazione di due dirigenti medici, dott.sse Laura LeonciniFrancesca Campanile Castaldo, presso la sede dell’Assessorato della Salute della Regione Emilia Romagna a Bologna, con la partecipazione per l’Asl Caserta nel mese di maggio 2016 alla revisione delle linee guida redatte nell’ambito delle attività di progetto, ed all’evento finale di presentazione delle linee guida, svoltosi nel mese di giugno presso il Ministero della Salute. Le linee guida costituiscono il riferimento nazionale per la VIS. L’attività formativa iniziale dei due medici casertani è stata svolta direttamente dalla dott.ssa Marinella Natali responsabile della U.O. Programmi di prevenzione in ambiente di vita - Servizio Sanità pubblica dell’Assessorato politiche per la salute della Regione della Regione Emilia-Romagna - Coordinatore scientifico del progetto nazionale CCM-ISS/ Ministero della Salute/CNR “t4HIA - Valutazione di Impatto sulla Salute: Linee guida e strumenti per valutatori e proponenti” (2014-2016), che aveva già coordinato i precedenti progetti “VISPA” (Nazionale) e “MONITER” (Emilia Romagna), e della Dott.ssa Adele Ballarini, consulente per il Progetto CCM “Linee Guida VIS - Tools4HIA” della  Regione Emilia Romagna, ed ha previsto sessioni formative in teleconferenza con i responsabili per tale progetto della Regione Lombardia. Considerata la complessità del know-how tecnico necessario per le valutazioni degli insediamenti industriali, la dott.ssa Natali, la dott.ssa Ballarini e l’ing. Andrea Paladini della Regione Lombardia hanno dato disponibilità per effettuare, presso la sede dell’ ASL Caserta, la formazione all’uso degli strumenti t4HIA e delle linee guida  per tutti i dirigenti medici del Dipartimento di Prevenzione che partecipano a Conferenza dei Servizi che comportano valutazioni sanitarie oltre che ambientali. Il corso organizzato dall’ASL Caserta, è stato reso fruibile anche per numerosi dirigenti medici individuati dai direttori dei Dipartimenti di Prevenzione delle altre AASSLL della Campania, che  hanno manifestato  estremo interesse ad acquisire  gli strumenti e le competenze necessarie per l’ applicazione della VIS. Il corso è stato organizzato a cura della dott.ssa Laura Leoncini (direttore del corso), della dott.ssa Francesca Campanile Castaldo (responsabile della segreteria scientifica), della sig.ra Concetta Petruolo (Inc. Pos. Organizz. Formazione Dipartimento di Prevenzione) e del dottor Consalvo Sperandeo (direttore del Dipartimento di Prevenzione), grazie alla fattiva collaborazione dell’U.O.C. Formazione dell’ASL dott. Giovanni Chiriano e del personale del servizio. Facendo seguito al successo ottenuto dalla prima edizione del corso che si è svolta nel mese di giugno 2016, nei giorni 14 e 15 settembre 2016, presso il Settore Formazione dell’ASL Caserta, si svolgerà la seconda edizione, che considerato l’interesse degli argomenti trattati vedrà la partecipazione anche di diversi Dirigenti dell’ARPAC e delle competenti strutture regionali e della Provincia. Si ipotizza la possibilità di organizzare in una fase successiva ulteriori attività formative per l’applicazione delle “linee guida”, orientate specificamente ai “proponenti” (cioè, agli imprenditori ed ai loro consulenti per la progettazione degli impianti e per le procedure autorizzative) allo scopo di facilitare la minimizzazione dei possibili impatti industriali sulla salute della popolazione ancora prima dell’attivazione degli insediamenti produttivi, e consentire una vera azione di promozione e di tutela per ottimizzare la compatibilità tra il “diritto a fare impresa” ed il “diritto alla salute”.

 

 

caserta asl corso formazione impatto salute
© Riproduzione Riservata

POTREBBE INTERESSARTI

clicca qui per ridurre


ARTICOLI CORRELATI

Seguici


Per offrirti il miglior servizio possibile il giornale utilizza cookies. Continuando la navigazione nel sito autorizzi l’uso dei cookies.