Continua a seguire NOI CASERTA anche sui Social Network

Niente proroga per i precari dell’Asl, la Cisl chiede un confronto urgente

21 / 04 / 2016

|

Valentina Martinisi

Stampa l'articolo


Invia l'articolo


La Cisl Funzione Pubblica di Caserta torna nuovamente sul fronte dei precari e chiede al commissario dell'Asl Giuseppe Materazzo, di convocare un incontro urgentissimo per discutere in via definitiva sulla mancata proroga al 31/12/2018 del personale cosiddetto "lavoratori atipici", che mette di fatto a rischio la continuità del servizio ed il mantenimento dei livelli essenziali di assistenza fino, appunto, all'anno 2018. Questa situazione nonostante le pubbliche affermazioni del governatore della Regione Campania De Luca, del presidente della V Commissione, Topo e del presidente della I Commissione Piscitelli, che a gran voce avevano invece rassicurato sul rinnovo della proroga. Ricordiamo che trattasi di profili professionali specializzati, tutti Co.Co.Co., Co.Co. Pro., avvisisti, lavoratori a partita iva, personale sanitario medico, psicologi, sociologi, fisioterapisti, infermieri, per un numero di circa 200-250 figure professionali, compreso i lavoratori della medicina penitenziaria. "È chiaro - precisa Nicola Cristiani, segretario Cisl Fp Caserta - che la nostra richiesta è dettata dal fatto che la tensione tra i lavoratori è molto alta e si ripercuote negativamente sui livelli assistenziali. È necessario tenere presente che queste figure in realtà svolgono un vero e proprio lavoro subordinato, in quanto impiegati con orari e turni di lavoro a tempo pieno da circa un decennio, senza avere alcuna tutela contrattuale come contributi, malattie o ferie". Va pur precisato che qualora tutti loro decidessero di avviare un'azione legale comune, ne risulterebbe un enorme danno per le casse degli enti interessati. Pertanto la Cisl Fp rinnova la richiesta di proroga volendo, tra l'altro, evitare alle aziende un contenzioso legale inutile e dannoso.

 

caserta proroga precari asl cisl incontro
© Riproduzione Riservata

POTREBBE INTERESSARTI

clicca qui per ridurre


ARTICOLI CORRELATI

Seguici


Per offrirti il miglior servizio possibile il giornale utilizza cookies. Continuando la navigazione nel sito autorizzi l’uso dei cookies.