Continua a seguire NOI CASERTA anche sui Social Network

Caserta, botta e risposta tra i consiglieri Cicia e Tresca tra canile, cave e via Ferrante

04 / 11 / 2014

|

Redazione

Stampa l'articolo


Invia l'articolo


«Stucchevole e puerile: solo così posso definire il comportamento del consigliere Tresca e del Partito democratico. Se la politica si fa per atti, beh, io ne ho prodotto uno: non vedo dov’è il problema. Anzi, vista la parzialità con cui si danno cifre e l’allarmismo che ha prodotto la mia interrogazione in seno all’opposizione, la trasformerò in ordine del giorno in modo da fare chiarezza sulle cifre e su come vengono spese una volta e per sempre, impegnando il consiglio comunale in una discussione risolutiva». Arriva puntuale la controreplica del vicecapogruppo di Forza Italia Lucrezia Cicia alle parole del consigliere del Pd. «Visti i toni utilizzati, appare evidente che la mia interrogazione è andata a toccare un nervo scoperto in casa Pd che, ribadisco, probabilmente è a conoscenza di questioni che io non so – ha sottolineato – quanto alle illazioni sul mio impegno politico, questo è costante su tutte le questioni. Tirare in ballo, con la questione cave, in maniera sottile e volgare, persone che hanno fatto parte della mia vita in passato e che svolgono la loro attività professionale lontano dalla politica, spiega il perché la città ha relegato questo gruppo all’opposizione. Questa è l’ultima volta che intervengo in questa querelle, ma prima vorrei chiedere agli accalorati democratici perché non parlano di via Ferrante, dei locali che sono presenti lì, delle difficoltà che le forze dell’ordine hanno nel  gestire quella strada nel fine settimana».

 

 

caserta botta e risposta consiglieri lucrezia cicia enrico tresca canile
© Riproduzione Riservata

POTREBBE INTERESSARTI

clicca qui per ridurre


ARTICOLI CORRELATI

Seguici


Per offrirti il miglior servizio possibile il giornale utilizza cookies. Continuando la navigazione nel sito autorizzi l’uso dei cookies.